Infrastrutture e Trasporti

Contatti

Dirigente
mario.pompei@regione.marche.it 

Tel: 0718067303 Fax: 0718067351     
Indirizzo: via Palestro 19, Ancona

Referente
nicoletta.santelli@regione.marche.it 
Tel: 0718067329

Posta Elettronica Certificata:
regione.marche.servizio.ite@emarche.it 


 

Porti

Competenze regionali

In base al D.Lgs 112/98 e alla LR 10/99 permangono in capo alla Regione le più generali funzioni di programmazione e indirizzo nei porti in cui le funzioni non sono rimaste in capo all’organo Statale.Il “sistema portuale marchigiano” è caratterizzato da nove strutture portuali così classificate:

  1. PESARO categoria 2a - classe 1 a  Competenza Stato
  2. VALLUGOLA categoria 2a - classe 4a  Porto Turistico in regime di C. Demaniale - Competenza Regione
  3. FANO categoria 2a - classe 3a  Competenza Regione
  4. SENIGALLIA categoria 2a - classe 2a  Competenza Regione
  5. ANCONA Categoria 1a (difesa militare e sicurezza dello Stato) categoria 2a - classe 1 a  Competenza Stato Sede di Autorità Portuale
  6. NUMANA categoria 2a - classe 4a  Competenza Regione
  7. CIVITANOVA MARCHE categoria 2a - classe 4a  Competenza Regione
  8. PORTO SAN GIORGIO categoria 2a - classe 4a  Porto Turistico in regime di C. Demaniale - Competenza Regione
  9. SAN BENEDETTO DEL TRONTO categoria 2a – classe 1 a  Competenza Stato. Approdo Turistico: Competenza Regione

    In particolare le funzioni in capo alla Regione si concretizzano nelle seguenti attività: 
  • attuazione del Piano regionale dei Porti;
  • adempimenti connessi alla redazione, adozione e approvazione dei PRP dei porti di competenza regionale ai sensi della L. 84/1994;
  • adempimenti connessi all’approvazione dei PRP dei porti di competenza nazionale ai sensi della L. 84/1994;
  • adempimenti connessi alla redazione e approvazione degli adeguamenti tecnico-funzionali dei PRP ai sensi dell’art. 8 della NTA del Piano Regionale dei Porti;
  • rilascio dei pareri di conformità ai P.R.P., qualora richiesti, su progetti di opere portuali;
  • rilascio dei pareri di conformità sui progetti di piani spiaggia che interferiscono con aree demaniali o con opere interne alla perimetrazione dei PRP.
  • adempimenti connessi alla progettazione di interventi di costruzione, bonifica e manutenzione dei porti di competenza regionale e direzione lavori di opere portuali su richiesta dei Comuni;
  • attività tecniche inerenti la navigazione marittima di interesse regionale e la pianificazione delle infrastrutture e delle attività sul demanio marittimo e nel mare territoriale di cui all’art. 105 del D.Lgs 112/1998;
  • gestione dell’A.P.Q. sistemi portuali;
  • gestione di tutti gli aspetti tecnici e contabili relativi alla manutenzione delle strutture portuali attuati dagli Enti Locali.
Il Consiglio Regionale con
ha definitivamente approvato il Piano Regionale dei Porti

Documenti del piano allegati:

:: A1. Relazione Generale

:: A2. Norme Tecniche di Attuazione 

:: A3. Relazione Preliminare di Sostenibilità Ambientale 

:: A4. Relazione di Sintesi 

:: A5. Elaborati Grafici 

:: Porto di Pesaro 
:: Porto di Fano 
:: Porto di Senigallia 
:: Porto di Ancona 
:: Porto di Numana 
:: Porto di Civitanova Marche 
:: Porto di Porto San Giorgio 
:: Porto di San Benedetto del Tronto 
:: Localizzazione Casse di Colmata 


 

Redattori

Ing. Giorgio Occhipinti – Responsabile del Piano
Ing. Nicoletta Santelli
Arch. Fabiola Ferrarin

Con la collaborazione di:
Dott. Giacomo Candi per la redazione del capitolo della Pesca
Dott.ssa Gaia Galassi per la redazione della “Relazione preliminare di sostenibilità ambientale”

Hanno collaborato:
Geom. Carmine Bellino
Geom. Angelo Olivi
P.I. Eugenio Giuliani

Hanno collaborato alla redazione del Progetto preliminare dell’anno 2004:
Ing. Carlo Duca
Sig.ra Antonietta Masturzo
Sig.ra Adolfina Talenti 

 


    

Piano Regolatore del Porto di Senigallia

Il D.Lgs 112/98 ha conferito alle Regioni le funzioni relative “alla programmazione, pianificazione ed esecuzione degli interventi di costruzione, bonifica e manutenzione dei porti di rilievo regionale e interregionale delle opere edilizie a servizio dell’attività portuale”.

La Regione a sua volta con gli artt. 60 della L.R. 10/1999 si è riservata le funzioni Amministrative concernenti la programmazione e la pianificazione dei porti di rilievo regionale.

Il Comune di Senigallia con nota prot. n. 42.540 del 04/08/2009 ha inoltrato alla Regione l’Adeguamento tecnico funzionale del Piano Regolatore Portuale e la 

:: delibera del Consiglio Comunale n. 62 del 24-25 giugno 2009 

che esprime l’Intesa prevista dalle NTA del “Piano Regionale dei Porti”.

La Regione, in base alle NTA del Piano Regionale dei Porti, approva gli adeguamenti tecnico funzionali dei PRP vigenti previa istruttoria tecnica.


:: Tav. 1 – Relazione – Norme Tecniche di Attuazione – Allegati e Appendice 

:: Tav. 2 – Stralci planimetrici normativi vigenti 

:: Tav 3 – Planimetria dello stato attuale e stralci attuativi appaltati 

:: Tav 4 – Inquadramento generale e viabilità primaria 

:: Tav 5 – Planivolumetrico 

:: Tav 6 – Destinazioni d’uso 

:: Tav 7 – Planimetria di progetto 

:: Tav 8 – Schede di progetto indicative 

:: Tav 9 – Schede di progetto indicative e non prescrittive 

:: Tav 10 – Rete foganria, rete idrica e antincendio 

:: Tav 11 – Rete enel e rete P.I.C. linea mixer; rete telecom 

:: Tav 12 – Rete pubblica illuminazione e rete fari per la navigazione 

Con 

:: decreto del dirigente della p.f. demanio idrico, porti, lavori pubblici n. 106 del 28/06/2010 

è stato approvato l’Adeguamento Tecnico Funzionale del Piano Regolatore del Porto (PRP) di Senigallia.

 Formato di Stampa
 
Tav. 1 – Relazione – Norme Tecniche di Attuazione – Allegati e Appendice  
Tav. 2 – Stralci planimetrici normativi vigenti  
Tav 3 – Planimetria dello stato attuale e stralci attuativi appaltati  
Tav 4 – Inquadramento generale e viabilità primaria  
Tav 5 – Planivolumetrico  
Tav 6 – Destinazioni d’uso  
Tav 7 – Planimetria di progetto  
Tav 8 – Schede di progetto indicative  
Tav 9 – Schede di progetto indicative e non prescrittive  
Tav. 10 – Rete foganria, rete idrica e antincendio  
Tav 11 – Rete enel e rete P.I.C. linea mixer; rete telecom  
Tav 12 – Rete pubblica illuminazione e rete fari per la navigazione  

Con DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. DEMANIO IDRICO, PORTI, LAVORI PUBBLICI N. 106 DEL 28/06/2010 è stato approvato l’Adeguamento Tecnico Funzionale del Piano Regolatore del Porto (PRP) di Senigallia

Porto di Ancona


ADEGUAMENTO TECNICO FUNZIONALE RIGUARDANTE LA PARZIALE DEMOLIZIONE DEL MOLO NORD DEL PORTO DI ANCONA

Con Decreto del Dirigente del Servizio Infrastrutture Trasporti Energia n.248/ITE del 21/07/2015 la Regione Marche ha approvato l’Adeguamento Tecnico Funzionale riguardante la parziale demolizione del molo nord del porto di Ancona costituito dai seguenti elaborati firmati digitalmente:

:: RELAZIONE GENERALE

:: STUDIO PRELIMINARE AMBIENTALE

:: Convenzione per lo studio dell’agitazione ondosa interna al nuovo porto di Ancona 

:: Studio di navigabilità ad opere di sopraflutto completate, con e senza demolizione di 100 m del Molo Nord

:: Documentazione integrativa

:: Parere della Regione reso nella seduta del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

:: Parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

 

ADEGUAMENTO TECNICO FUNZIONALE RIGUARDANTE LA RIPROFILATURA DELLE BANCHINE N. 4 E N. 5 DEL PORTO DI ANCONA

Con Decreto del Dirigente del Servizio Infrastrutture Trasporti Energia n. 10/ITE del 29/01/2015 la Regione Marche ha approvato l’Adeguamento Tecnico Funzionale riguardante la riprofilatura delle banchine n. 4 e n. 5 del porto di Ancona costituito dai seguenti elaborati firmati digitalmente:

DOCUMENTAZIONE PROGETTUALE:

:: RELAZIONE TECNICA

:: RELAZIONE SINTETICA ASPETTI AMBIENTALI 

:: TAV 1 – mappe e foto storiche del porto di Ancona 

:: TAV 2 - PRP vigente – planimetria e particolare area intervento 

:: TAV 3 – previsione del PPE del porto del comune di Ancona 

:: TAV 4 – stato di fatto area di intervento 

:: TAV 5 – stato di fatto banchina e fondali limitrofi 

:: TAV 6 – progetto: planimetria, sezioni tipo, prospetto e particolari 

:: TAV 7 – progetto: sezioni e calcolo dei volumi 

:: TAV 8 – rappresentazione schematica di ulteriori tipologie strutturali idonee all’intervento 

 

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

:: Parere del Comune di Ancona 

:: Parere del Comitato Portuale 

:: Parere del Consiglio Superiore del Lavori Pubblici 

Porto di Numana

 

PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI NUMANA APPROVATO ED EFFICACE

RELAZIONI

R.1 - Relazione generale  
         Allegati alla relazione generale:  
          A.1 - modello matematico
          A.2 - modello matematico - relazione integrativa
          A.3 - computo metrico delle opere
R.2 - Norme Tecniche di Attuazione (NTA)
R.3 - Rapporto Ambientale
R.4 - Relazione Geologica
R.4 - Allegati Relazione Geologica
R.5 - Documentazione Fotografica  
R.6 - Relazione di Sintesi
R.7 - Integrazioni e Modifiche al Rapporto Ambientale e alla sintesi non tecnica

 

ELABORATI GRAFICI

STATO ATTUALE

Tav 1.1 - Inquadramento Generale 
Tav 1.2 - Sistema dei Vincoli 
Tav 1.3 - Planimetria Catastale  
Tav 1.4 - Planimetria Concessioni  
Tav 1.5 - Ausili Usi Esistenti  
Tav 1.6 - Impianti Stato Attuale  

STATO DI PROGETTO OPERE MARITTIME  

Tav 2.1 - Corografia del Paraggio  

Tav 2.2 - Differenti Ipotesi Dimensionamento Imboccatura e Bacino  
Tav 2.3 - Soluzione Prescelta  
Tav 2.4- Demolizioni e Ricostruzioni  
Tav 2.5 - Selezioni Tipo  
Tav 2.6 - Articolazione Temporale Fasi Attuative  
Tav 2.7 - Disposizione Posti Barca 

STATO DI PROGETTO SISTEMAZIONE A TERRA  
Tav 3.1 - Planimetria Zonizzazione 
Tav 3.2 - Planimetria Normativa  
Tav 3.3 - Accessibilità Portuale  
Tav 3.4 - Ipotesi Impianti Stato Futuro  
Tav 3.5 - Layout  
Tav 3.6 - Planivolumetrico  
Tav 3.7 - Immagini Virtuali - Rendering  

:: Dichiarazione di sintesi di VAS 

:: Relazione illustrativa di controdeduzione


 

Iter di approvazione del piano

Il D.Lgs 112/98 ha conferito alle Regioni le funzioni relative “alla programmazione, pianificazione ed esecuzione degli interventi di costruzione, bonifica e manutenzione dei porti di rilievo regionale e interregionale delle opere edilizie a servizio dell’attività portuale”.

La Regione a sua volta con gli artt. 60 della L.R. 10/1999 si è riservata le funzioni Amministrative concernenti la programmazione e la pianificazione dei porti di rilievo regionale.

Il Comune di Numana con nota prot. n. 1369 del 05/02/2008 ha chiesto la disponibilità della Regione Marche di coordinare un gruppo di lavoro per la redazione del Piano Regolatore del Porto di Numana.

Il gruppo di lavoro è stato costituito con nota prot. 0212291 del 07/05/2008 del Segretario Generale.

Al fine di definire obiettivi condivisi e i tempi per la stesura del PRP le Amministrazioni hanno convenuto di stipulare un protocollo di intesa come previsto dall’art. 15 della Legge 7 agosto 1990, n. 241, e succ. mod e int., concerne lo svolgimento, in collaborazione, di attività di interesse comune tra pubbliche amministrazioni.

Con DGR n. 282 del 23/02/2009 la Giunta Regionale ha approvato il protocollo di Intesa, ratificato poi dalla Giunta Comunale con DGC n. 86 del 17/03/2009.

 Il 02/07/2009 presso la sede Comunale di Numana l’Assessore Regionale ai Porti, Lidio Rocchi, e il Sindaco di Numana, Marzio Carletti, hanno stipulato il protocollo di intesa per la redazione del PRP. 

La Giunta Regionale ha approvato, su proposta dell'assessore competente Luigi Viventi, con

::  DGR 1045 del 18/07/2011 

pubblicata sul sul BUR n. 69 del 12/08/2011, il piano regolatore portuale di Numana, piano settoriale introdotto dal Piano Regionale dei Porti. Con l'approvazione del Piano si e` finalmente dotato il Porto di Numana dello strumento di pianificazione e programmazione necessario e fondamentale per acquisire i finanziamenti ed avviare le opere previste per la messa in sicurezza e la riqualificazione della importante infrastruttura. L`ascolto delle domande espresse dal territorio, ponderate nell'ottica del perseguimento dell'interesse pubblico generale ha permesso di dare risposte serie alle esigenze degli attori locali. La composizione delle richieste in un unico progetto di Piano ha comportato una loro valutazione, con la finalità di mantenere tutte le attività storiche attualmente presenti all'interno del perimetro del PRP'.

Sulla base delle previsioni del nuovo P.R.P. sono stati stimati gli interventi prioritari sulle nuove opere foranee di difesa per la messa in sicurezza del bacino portuale e la sistemazione della nuova imboccatura per un importo di circa 10 milioni di euro. Il Piano da inoltre la possibilità` di investimenti privati (in regime di concessione demaniale) e pubblici, per un importo stimato di circa 8 milioni di euro, per migliorare l'utilizzo del bacino portuale, per la sistemazione delle aree a terra e realizzazione delle opere necessarie alla piena integrazione del porto con la città, mediante la costruzione dei servizi necessari, la riqualificazione ambientale e la creazione di percorsi ciclabili e pedonabili.

L'investimento pubblico prevede la creazione di una infrastruttura pianificata in modo sostenibile con elevati standard di qualità ambientale e garantisce una generale riqualificazione sia a terra sia a mare (nuova imboccatura e adeguamento delle dighe foranee). In particolare, la riqualificazione delle aree a terra permetterà di delineare il ruolo di Numana come polo turistico regionale strategico e di eccellenza, valorizzando la sua particolare posizione geografica e la sue bellezze naturali. L'opportunità di mettere in sicurezza il porto e` stata sfruttata dalla Regione per raggiungere anche altri importanti obiettivi, che permetteranno di far assumere alla portualità pubblica, connotata ora da una diffusa forma di precarietà, un livello di servizio misurato su elevati standard europei.

Il piano permetterà inoltre di creare nuove strutture in grado di conferire al sistema porto capacità di attrazione durante tutto l'arco dell'anno, dando un forte impulso all'economia turistica della zona, e quindi all'occupazione, non solo per il periodo estivo. All'approvazione si e` arrivati al termine del procedimento di confronto previsto per legge, che prevede l'adozione in giunta (avvenuta a gennaio), la pubblicazione sul Bur per la formulazione eventuale, entro sessanta giorni, delle osservazioni sui criteri e sulle linee generali, il rapporto ambientale, il parere di VAS. Dopo il procedimento partecipativo, la Regione ha svolto il ruolo di pianificazione che le e` stato lasciato in capo dalla Legge regionale.

 

:: Presentazione proposta di PRP assemblea pubblica lunedi' 15 marzo 2010 ore 21.00 cinema Italia, Numana.

Porto di San Benedetto del Tronto

 

Piano regolatore portuale

Con Delibera n.651 del 30/05/2014 la Giunta Regionale ha approvato il nuovo Piano Regolatore Portuale conforme all’art. 5 della Legge 84/1994 composto dai seguenti elaborati:


Stato attuale
Tav. n. 1     Inquadramento urbanistico
Tav. n. 2     Il Porto di S. Benedetto del Tronto nella Pianificazione regionale
Tav. n. 3A   La città nel territorio: relazioni e potenzialità
Tav. n. 3B   Il Porto come area strategica della città: dallo Schema direttore per il nuovo P.R.G.
Tav. n. 3C   Area strategica Porto: inquadramento all’interno della Variante generale al PRG (VAS)
Tav. n. 4     Pianificazione vigente e stato di avanzamento degli interventi in ambito portuale
Tav. n. 5     Inquadramento storico: Accrescimento del tessuto urbano e rapporti con il Porto
Tav. n. 6A   Planimetria catastale generale
Tav. n. 6B   Planimetria catastale con indicazione delle concessioni demaniali
Tav. n. 7     Destinazioni d’uso stato attuale
Tav. n. 8     Planivolumetrico – Stato attuale

Stato di progetto:
Tav. n. 9     Zonizzazione: Ambiti
Tav. n.10    Zonizzazione: Sub-ambiti
Tav. n.11    Zonizzazione: Aree
Tav. n.12    Zonizzazione: Usi
Tav. n.12A  Zonizzazione: Usi – Particolare zona centro nord
Tav. n.12B  Zonizzazione: Usi – Particolare zona centro sud
Tav. n.13A  Viste d’assieme – Stato di progetto
Tav. n.13B  Viste d’assieme – Comparazione stato attuale/stato di progetto
Tav. n.14A  Accessibilità al Porto - Sistema infrastrutturale – stato attuale
Tav. n.14B  Accessibilità al Porto - Sistema infrastrutturale – progetto
Tav. n.15    Tavola di congruenza con il P.R.G.- Sistema dei vincoli

Relazioni e documenti vari
Elab. n.16    Documentazione fotografica
Elab. n.17    Relazione geologica
Elab. n.18    Relazione generale
Elab. n.19    Norme tecniche di attuazione
Elab. n.20    Rapporto preliminare di VAS
Elab. n.21    Rapporto ambientale VAS
Elab. n.21A  Sintesi non tecnica di VAS
Elab. n.22    Schema funzionale Darsena Nord
Elab. n.26    Relazione illustrativa di controdeduzione alle osservazioni
 
Relazioni integrative VAS
Elab. n.23    Dichiarazione di sintesi
Elab. n.24    Piano di Monitoraggio
Elab. n.25    Orientamenti per la sostenibilità

 

 

Adeguamento tecnico funzionale - art. 8 nta del Piano Regionale dei Porti assetto funzionale zona centro/sud porto

 

Con l’intento di avviare un percorso condiviso tra Capitaneria, Regione e Comune, in data 13.02.2010 è stato sottoscritto un 

fra Regione Marche, Comune e Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto.

 

L’adeguamento tecnico deve perseguire l'obiettivo strategico di assicurare la riqualificazione della zona sud del Porto, la continuità lavorativa ed il miglioramento delle condizioni dei cantieri navali e dei servizi connessi all’approdo turistico nelle more dell’approvazione del nuovo PRP.

 

Il progetto di adeguamento tecnico funzionale è stato approvato con decreto n.

15/IVD del 09/03/2011

.

 

 

Elaborati:

 

1. Inquadramento urbanistico Analisi

2. Piano regolatore del porto 1968

3. Accrescimento storico del tessuto urbano. Analisi

4. Sistema di connessione centro storico-porto. Analisi

5. Individuazione particelle catastali aree patrimonio disponibile dello stato. Attività/ditte in ambito portuale. Analisi

6. Distribuzione cantiere/servizi. Stato attuale

7. Nuove aree funzionali. Sovrapposizione foto aerea. Progetto - modifica a seguito osservazioni

8. Disposizione delle aree funzionali. Progetto - modifica a seguito osservazioni

9. Parametri dimensionali delle strutture cantieristiche e di servizio. Progetto - modifica a seguito osservazioni

10. Viste prospettiche d’assieme. Progetto

11. Relazione illustrativa - modifica a seguito osservazioni

12. Disciplinare tecnico per l’attuazione - modifica a seguito osservazioni

13. Relazione geologico-geomerfologica

14. Relazione tecnica integrativa inerente alle "linee guida generali per l'attuazione della legge regionale sulla via" punto 1.4 (DGR 1600/2004)

 

 

Adeguamento Tecnico Funzionale ampliamento scalo di alaggio del porto di san benedetto del tronto art. 8 NTA del Piano Regionale dei Porti


L’intervento relativo allo “scalo di alaggio pubblico”, approvato con 

:: decreto n. 1/IVD del 14/01/2011 

dalla Regione, verrà interamente finanziato dalla Regione Marche stessa con fondi UE - 100% della spesa complessiva pari ad € 1.000.000,00 - a valere sul bando FEP Mis. 3.3 “luoghi di sbarco e ripari da pesca”.

Elaborati:

R001 Relazione descrittiva
R002 Relazione geotecnica e sismica 
R003 Relazione di calcolo 
R004 Computo metrico e stima 
R005 Capitolato speciale di appalto 
R006 Prime indicazioni e disposizioni per la stesura del piano di sicurezza 
T001 planimetria di inquadramento 
T002 planimetria stato attuale 
T003 planimetria di intervento 
T004 planimetria di dettaglio 
T005 pianta delle travi di corsa 
T006 sezioni tipologiche e particolari costruttivi 
T007 carpenterie ed armature 

 

 

MODULISTICA

RICHIESTA PARERE AI SENSI DELL’ART. 5, COMMA 2 o ART. 6 COMMA 3 DEL D.P.R. 509/1997 “Regolamento recante disciplina del procedimento di concessione di beni del demanio marittimo per la realizzazione di strutture dedicate alla nautica da diporto, a norma dell’art. 20, comma 8, della legge 15 marzo 1997, n. 59”

Richiesta parere DPR 509/97 in formato .pdf 

Richiesta parere DPR 509/97 in formato .doc 

 

RICHIESTA PARERE ADEGUAMENTO TECNICO FUNZIONALE

ai sensi dell’art. 5, comma 3-ter della Legge 84 del 28 gennaio 1994 come modificato dall’art. 6 del Decreto legislativo 4 agosto 2016, n. 169 “Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione della disciplina concernente le Autorità portuali di cui alla legge 28 gennaio 1994, n. 84, in attuazione dell’articolo 8, comma 1, lettera f), della legge 7 agosto 2015, n. 124.”

Richiesta parere adeguamento tecnico funzionale in formato .pdf 

Richiesta parere adeguamento tecnico funzionale in formato .doc

 

CONTRIBUTI FINANZIARI MANUTENZIONE ORDINARIA AREE PORTUALI

 

Richiesta liquidazione manutenzione ordinaria aree portuali in formato .pdf

Richiesta liquidazione manutenzione ordinaria aree portuali in formato .doc


CONTRIBUTI FINANZIARI INVESTIMENTI AREE PORTUALI

Richiesta contributi investimenti aree portuali in formato .pdf

Richiesta contributi investimenti aree portuali in formato .doc

Presentazione progetti aree portuali a seguito della ripartizione in formato .pdf

Presentazione progetti aree portuali a seguito della ripartizione in formato .doc 

Richiesta liquidazione investimenti aree portuali in formato .pdf 

Richiesta liquidazione investimenti aree portuali in formato .doc 




Porto di Fano


Il Piano regolatore del porto di Fano del 2009 è stato approvato con 

:: DGR n. 1202 del 27/07/2009 

Gli elaborati possono essere visionati sul sito del Comune di Fano.