Progetti

A partire dal 1° aprile 2016, con l'attuazione della legge Delrio (e successiva L.R. n. 13/15), le funzioni precedentemente in capo alle Provincie sono tornate in carico alla Regione, la quale, dopo una prima fase ricognitiva, ha avviato alcune attività volte alla riorganizzazione del Sistema Bibliotecario Marche in un'ottica di semplificazione, omogeneità e rafforzamento dei servizi. 
La Regione viene ad assumere un ruolo forte di coordinamento, promuovendo una progressiva razionalizzazione che garantisca l'efficienza e l'uniformità dei servizi di lettura in tutta la Regione, superando l'attuale frammentazione. E' già in corso un'integrazione delle piattaforme di servizio e relativi centri di costo, che dovranno, con specifici investimenti, convergere verso un unico front-end di accesso dei servizi al cittadino (ciò anche in sinergia con il progetto regionale CulturaSmart, precedentemente avviato). L'obiettivo è quello di costituire un Sistema integrato, in grado di fornire servizi sia alle biblioteche di pubblica lettura, che a quelle di ricerca, universitarie o scolastiche, garantendo, come espresso dalla L.R. 4 art. 17, la più ampia partecipazione di tutti i soggetti territoriali al Sistema regionale, al di là della dimensione, area geografica o natura delle strutture, erogando a tutti i cittadini delle Marche servizi qualitativamente elevati e tecnologicamente sempre aggiornati. L'adesione al nuovo Sistema Bibliotecario prevede la possibilità di aderire in forma singola o multipla, attraverso quote uniformi.