Infrastrutture e Trasporti

Trasporto pubblico locale

Risultati immagini per viaggiatori bus

 

Carta dei servizi della mobilità delle aziende di trasporto su gomma:

ultimo aggiornamento 14/09/2017 15:02

 

Programmazione e gestione dei servizi di trasporto pubblico locale automobilistici di linea, urbani ed extraurbani.

 

La Legge Regionale n. 45 del 24/12/1998 e ss.mm.ii, in conformità agli indirizzi stabiliti dal D.Lgs. 19 dicembre 1997, n. 422 e dal D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 112, disciplina l'esercizio delle funzioni e dei compiti conferiti alla Regione in materia di trasporto pubblico regionale e locale. 

In particolare la Regione svolge le seguenti funzioni amministrative:

 

  • approvazione del piano regionale dei trasporti; 
  • approvazione dei programmi triennali dei servizi di trasporto pubblico; 
  • predisposizione della programmazione degli investimenti; 
  • individuazione dei servizi minimi, nonché dei criteri e delle modalità per la gestione dei servizi di trasporto pubblico nei territori a domanda debole; 
  • gestione e ripartizione del fondo regionale; 
  • regolamentazione dei servizi aerei, elicotteristici e di cabotaggio; 
  • disciplina degli interventi per l'innovazione tecnologica nel sistema dei trasporti; 
  • disciplina dei corsi e degli esami di abilitazione per il personale incaricato del controllo dei titoli di viaggio; 
  • disciplina delle regole di utilizzo dei mezzi da parte dei viaggiatori e delle sanzioni; 
  • determinazione delle tariffe dei titoli di viaggio (abbonamenti e biglietti), ordinari ed agevolati; 
  • istituzione e gestione delle linee interregionali interprovinciali e di granturismo. 
  • controllo della sicurezza e della regolarità del servizio di trasporto su strada, e riconoscimento dell'idoneità del percorso, delle variazioni dello stesso e dell'ubicazione delle fermate ai sensi del d.p.r. 11 luglio 1980, n. 753
  • rilascio delle autorizzazioni per il materiale rotabile ai sensi del d.lgs. 30 aprile 1992, n. 285

ultimo aggiornamento  08/07/2016 09:35

Il Programma Triennale dei Servizi della Regione Marche sviluppa, in un orizzonte triennale, l’attività di programmazione del trasporto pubblico sulla base degli indirizzi del Piano Regionale del TPL, mantenendo in un programma unitario sia gli investimenti sia i corrispettivi legati alla gestione dei Contratti di Servizio per ciascun bacino di traffico.

Il Programma recepisce la definizione dei servizi minimi urbani ed extraurbani, nell’ambito dell’utilizzazione della rete di TPL, a partire dalle verifiche effettuate in termini di popolazione (in misura del 65%) e territorio (in misura del 35%), suddiviso in bacini di trasporto, per giungere alle attribuzioni della produzione chilometrica della rete distinta in principale e secondaria.

Sulla scorta delle suddivisioni effettuate per bacini di traffico, i servizi di Trasporto Pubblico Locale finanziati dalla Regione Marche sono suddivisi in:

  • servizi interregionali e regionali (extraurbani e suburbani), le cui competenze di istituzione e gestione sono attribuite alla Regione Marche in conformità della Legge Regionale n. 45 del 24/12/1998 e ss.mm.ii ed agli indirizzi stabiliti dal D.Lgs. 19 dicembre 1997, n. 422; 
  • servizi comunali (urbani), le cui competenze di programmazione e gestione sono state attribuite ai Comuni con L.R. 45/98.

 

I numeri del TPL:

Bacino Prov.le Servizi minimi (MKm/anno) N. Linee N. Mezzi Passeggeri (MPax/anno)
Pesaro-Urbino 10 146 286 11,6
Ancona 12,4 123 318 18,2
Macerata 8,5 79 323 8,9
Fermo 3,1 40 126 3,8
Ascoli Piceno 5,6 69 167 4,3
TOTALI 39,6 457 1220 46,8

ultimo aggiornamento 20/09/2018

 A partire dal 2013, con l’approvazione della L.R. n. 6 del 22/04/2013, si è dato avvio ad un processo di riorganizzazione complessiva, sia della governance che dell’assetto dei servizi, che ha portato alla definizione del progetto della nuova rete dei servizi di trasporto pubblico extraurbano, approvato con la DGR n. 640 del 26/05/2014, e che culminerà con l’espletamento della gara pubblica per l’affidamento dei servizi di TPL, consentendo non solo di promuovere nel contesto regionale la cultura della concorrenza, ma anche e soprattutto di addivenire tendenzialmente alla razionalizzazione dei servizi, allo sviluppo di nuovi modelli di concentrazione aziendale e gestione unitaria e all’efficientamento del sistema con conseguente contenimento dei costi relativi.


Contributi per miglioramento dell’accessibilità alle fermate del trasporto pubblico automobilistico

Con Legge finanziaria regionale 2019, sono state rese disponibili risorse, nell’ambito del Piano Investimenti 2019-2021,  finalizzate all’erogazione di contributi ai comuni per interventi di miglioramento dell’accessibilità ai servizi di TPL. pari a complessivi € 1.000.000,00.

Con D.G.R. n. 337 del 26/03/2019, la Giunta regionale ha approvato lo strumento per dare attuazione alle previsioni di bilancio, fornendo indicazioni sulle priorità e sull’entità degli interventi.

Con D.D.P.F. Trasporto Pubblico Locale, Logistica e Viabilità n..828 del 04/06/2019 sono state definite le modalità attuative del programma di finanziamento ed in collaborazione con le aziende esercenti, è stata  predisposta una lista delle fermate da ritenere a maggiore priorità, le quali fruiranno di una preferenza nelle graduatorie.

Contributi a Comuni con le SAE per interventi di miglioramento dell’accessibilità ai servizi

In aggiunta alle risorse sopraindicate, in particolare a favore dei Comuni aventi aree SAE del sisma 2016, con decreto del Soggetto Attuatore Sisma n. 727 del 18/06/2019,sono state individuate ulteriori fonti di finanziamento da utilizzare per realizzare impianti di fermata necessari a servire le aree SAE , dei Comuni marchigiani di cui agli allegati 1 e 2 del decreto-legge n. 189/2016.

per approfondimenti visitare questa pagina


ultimo aggiornamento 05/07/2019  12:05




Pagina in costruzione

  • Orari dei trasporti pubblici locali
  • Tariffe dei titoli di viaggio
  • Agevolazioni
  • Regolamento viaggiatori
  • Aziende di trasporto
  • Elenco dei servizi nel territorio alternativi a quelli di linea
  • Taxi 
  • Noleggio con conducente
  • Scuolabus
  • Servizi commerciali interprovinciali, interregionali e GT
  • Servizi a chiamata

 

Collegamenti a siti web, regionali e di terze parti, mediante i quali sono erogati servizi di infomobilità  a supporto degli spostamenti delle persone mediante l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblico, nell’ambito del territorio delle Marche.

Vai al sito: http://orari.trasporti.marche.it

 

 

Risultati immagini per tariffe trasporti 

Tariffe dei servizi di TPL

Tariffe dei biglietti ed abbonamenti ordinari nei servizi di Trasporto Pubblico Locale

Nuove tariffe decorrenti dal 28/08/2015: D.G.R. n. 702 del 28/08/15

 

D.G.R. n. 1804 del 28/12/2012 L.R. 45/98 - Disciplina del sistema delle tariffe dei servizi  di  Trasporto Pubblico Locale - Modifica DGR 333 del 02/03/2009 

ultimo aggiornamento 13/05/2016 10:43

Risultati immagini per agevolazioni

AGEVOLAZIONI TARIFFARIE PER IL TPL: D.G.R. n. 1058 del 27/07/2020

 

La L.R. n. 45/98, all’art. 24, comma 1, lett e) attribuisce alla Giunta Regionale il compito di disciplinare il sistema delle agevolazioni tariffarie sui titoli di viaggio, sia per i servizi di TPL automobilistici che ferroviari, per alcune categorie di utenti classificabili come “socialmente deboli”.

Il sistema delle agevolazioni tariffarie nel T.P.L. è pertanto disciplinato con deliberazione di Giunta regionale, con la quale sono definiti i criteri e le modalità per la concessione dei benefici con riferimento a:

1. Determinazione delle tipologie dei titoli di viaggio a tariffa agevolata;

2. Determinazione delle categorie degli aventi diritto alla circolazione agevolata;

3. Determinazione delle tariffe dei titoli agevolati;

4. Modalità di certificazione delle agevolazioni;

5. Gestione dell’anagrafe degli utenti beneficiari e dei dati sui titoli di viaggio agevolati;

6. Criteri e modalità per il rimborso alle aziende di trasporto delle minori entrate derivanti dal rilascio dei titoli agevolati.

 

In data 27/07/2020 è stata approvata la D.G.R. n. 1058 del 27/07/2020 con la quale sono stati confermati, per il periodo 01/09/2020- 31/08/2021, i criteri e modalità di concessione delle agevolazioni tariffarie sui servizi di T.P.L. automobilistico e ferroviario regionale e locale, a favore delle fasce socialmente deboli, già definiti con la precedente D.G.R. n. 1012/2017, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili.

 

I dettagli dei criteri e le modalità di concessione della agevolazione sono contenuti nella allegato 1 alla predetta deliberazione scaricabile da questo link

 

Le novità rispetto alla precedente delibera riguardano:

  • (Punto 4 dell’allegato 1) L’introduzione del “Documento di riconoscimento dell’agevolazione”, in luogo della precedente “Certificazione di agevolazione”;
  • (Punto 6.3 dell’allegato 1) Il termine per la presentazione della rendicontazione finale per il periodo 01/09/2020 – 31/08/2021, da parte delle Aziende, fissata al 25/09/2021, onde consentire il corretto trasferimento alla Regione delle quote di compartecipazione del 5% a carico dei Comuni entro il successivo 31/10/2021 e quindi essere impegnate a favore delle Aziende medesime entro il 31/12/2021;
  • (Punto 8.2 dell’allegato 1) Dato il protrarsi dello stato di emergenza causa COVID-19, la proroga di un anno delle precedenti “certificazioni”, le quali potranno continuare ad essere utilizzate dagli utenti direttamente presso le biglietterie aziendali per l’acquisto di titoli agevolati, purché accompagnate da un’autocertificazione del soggetto beneficiario stesso che conferma il mantenimento della sussistenza dei requisiti di accesso.

 Di seguito i link per scaricare la documentazione:

Nome file Tipo  
23.07_DGR_Agevolazioni_2020-2021.docx.pdf Integrale VEDI
23.07_Allegato_1_DGR_Agevolazioni_2020-2021.pdf   VEDI
23.07_Att_ne_ copert_finanz_DGR_Agevolazioni_2020-2021.docx.p7m Visto contabile VEDI
1058.pdf Verbale di seduta VEDI

 

Per ogni ulteriore informazione di dettaglio il responsabile del procedimento è l’arch. Emanuela Ciocca (tel 071.806.3450 - email emanuela.ciocca@regione.marche.it ).

 

AGEVOLAZIONI TARIFFARIE PER GLI APPARTENENTI AL CORPO DEI VV.FF.: D.G.R. n. 1667 del 23/12/2019

Alla luce delle intervenute modifiche di legge approvate con la L.R. n. 8/2019 , con Delibera di Giunta Regionale n. 1667 del 23/12/2019 è stata revocata la D.G.R. 163/2007 e modificata parzialmente la D.G.R. 1171/2006, lett. A), sostituendo i punti 1.2, 2.3 e 3.2.

In base alla DGR 1667/2019, a decorrere dal 01/01/2020, cambiano le modalità di agevolazione per i servizi di TPL, per gli spostamenti casa-lavoro, destinate agli appartenteni al Corpo naz.le dei VV.FF. assegnati ai Comandi Provinciali ed alla Direzione Regionale delle Marche.

In base alle nuove disposizioni, gli interessati possono richiedere direttamente alle aziende di trasporto l'abbonamento mensile gratuito per il percorso casa-lavoro, limitato ai tratti ricadenti nell'ambito del terriotiro delle Marche, esibendo l'apposito documento  per il riconosciemnto dell'agevolazione tariffaria, rilasciato preventivamente dai rispettivi Comandi o Direzione Regionale di appartenenza.

Tutti i dettagli delle nuove maodalità di agevolazione sosno stati approvatio con il D.D. n. 1268 del 23/12/2019, consultabile tramite i segg. links:

 

Nome file Tipo  
2_DECR_Approvaz_Mod_Certificaz_Comandi_VVF.docx.pdf Integrale VEDI
2_ALLEGATO_1_Decr_Appr_Mod_Certif_Comandi_VVF.docx.p7m.p7m   VEDI

 

 

 

Per ogni ulteriore informazione di dettaglio il responsabile del procedimento è l’arch. Emanuela Ciocca (tel 071.806.3450 - email emanuela.ciocca@regione.marche.it ).

 

Gestione dell’anagrafe degli utenti beneficiari e dei dati sui titoli di viaggio agevolati (SISTAG)

Dal 1° gennaio 2004 è stato attivato il sistema informativo regionale per il trasporto pubblico agevolato (SISTAG), ad uso degli EE.LL. (Regione e Comuni) e delle Aziende di trasporto, accessibile on-line tramite l’indirizzo web agevolazioni.trasporti.marche.it, mediante un apposito sistema di accreditamento basato sul riconoscimento di username e password.
Con tale sistema i comuni devono procedere al rilascio delle certificazioni di agevolazione esclusivamente per via telematica, trasmettendo nel sistema i dati suddetti e permettendo al contempo la stampa della certificazione da rilasciare agli interessati.
Le aziende, a loro volta, utilizzano tale sistema per verificare l'autenticità delle certificazioni esibite dagli utenti e per  trasmettere alla Regione Marche i dati relativi ai titoli agevolati venduti.

 

Modulistica:

ultimo aggiornamento  03/08/2020

Risultati immagini per trasporti studenti online 

Studenti

Abbonamenti particolari per studenti A.S. 2020-21

Con il Decreto Dirigenziale n. 446/TPL del 07/08/2019 le aziende di trasporto sono state autorizzate ad emettere per l'anno scolastico 2020/21, in aggiunta a quelli previsti con DGR n. 1804 del 28/12/2012, Abbonamenti mensili , particolari  e annuali per soli studenti con validità per l’anno scolastico 2020/21 , a decorrere dal 14/09/2019, per i periodi di validità e con gli importi come specificato nella tabella allegata al decreto medesimo.

Le aziende di trasporto sono state anche autorizzate ad emettere un abbonamento integrativo del costo unico di € 40,00 valido per tutta la rete di Trasporto Pubblico Locale della Regione Marche, denominato “Premio fedeltà studenti in regola”, riservato agli studenti che abbiano regolarmente pagato l’abbonamento per l’anno scolastico 2020/2021, con validità dal 7 giugno 2021 al giorno antecedente all’inizio delle lezioni dell’anno scolastico 2020/2021.

Per i dettagli del provvedimento fare clic sui link seguenti:

Nome file Tipo  
07.08.20_A.S._2020-2021_Decr_abbon_speciali_studenti.docx.pdf Integrale VEDI
All._1_Prospetto tariffe abbonamenti studenti A.S. 2020-21 (4).pdf   VEDI

 

Abbonamenti integrati urbani per studenti A.S. 2020-21: D.G.R. n. 1021 del 27/07/2020

Con la D.G.R. n. 1021 del 27/07/2020, è stato approvato per l'A.S. 2020-21 il progetto regionale di integrazione tariffaria tra servizi extraurbani ed urbani, rivolto agli studenti delle scuole secondarie di I e II grado, con età inferiore o uguale a 20 anni.

Tale provvedimento autorizza le aziende affidatarie dei servizi di TPL urbano, che hanno presentato formale adesione al progetto stesso, ad emettere abbonamenti integrati urbani, con tariffa ridotta pari al 25% di quella ordinaria in vigore, agli studenti  che ne facciano richiesta, a condizione che siano  già in possesso di un abbonamento extraurbano o un abbonamento ferroviario.

Si precisa che le agevolazioni tariffarie previste per i suddetti abbonamenti integrati urbani sono compatibili e/o sovrapponibili con altre iniziative di integrazione simili già attivate dai gestori dei servizi o dagli Enti locali, ma non sono cumulabili con quelle derivate dal possesso, a vario titolo, del certificato di agevolazione tariffaria rilasciata dalla Regione Marche di cui alla DGR n. 1058 del 20/07/2020 e non sono applicabili ad alcuni servizi integrati già operativi, come TRENOMARCHEBUS, PICCHIO, ecc.;

Per i dettagli del provvedimento fare clic sui link seguenti:

Nome file Tipo  
15.07_Nuova_DGR_AbbUrbInt_2020-2021_rev01 (1).docx.pdf Integrale VEDI
15.07_Allegato_1_Nuova_DGR_AbbUrbInt_2020-2021_rev01.pdf   VEDI
15.07_Attestazione copertura finanziaria_N.va_DGR_Agevolazioni_rev01 (1).docx.p7m Visto contabile VEDI
1021.pdf Verbale di seduta VEDI

 

Si invitano gli utenti interessati a verificare preventivamente presso l'azienda di trasporto che gestisce il servizio di trasporto urbano nella città in cui ha sede il proprio istituto scolastico circa l'adesione effettiva a tale progetto di integrazione tariffaria.

 

Ultimo aggiornamento 18/08/2020

 

 

Risultati immagini per trenoanconabus

TRENOANCONABUS - Biglietto Integrato Giornaliero B.I.G. (tariffa integrata B.I.G.)
Validità dalle ore 00.00 alle 24.00, dà diritto ad un viaggio A/R sulla ferrovia da o per Ancona più la libera circolazione su tutte le linee urbane di Ancona.
E’ anche consentito utilizzare i bus extraurbani Conerobus, ma esclusivamente nell’ambito della cinta urbana e nei limiti delle fermate previste da tale servizio.

 

TRENOMARCHEBUS - abbonamento integrato mensile (tariffa integrata regionale Trenomarchebus)
Comprende, nella tariffa, un abbonamento ordinario mensile regionale di 2ª classe per il TRENO, più un abbonamento ordinario mensile per tutti i BUS EXTRAURBANI che percorrono in parallelo la tratta interessata, nonché un abbonamento ordinario mensile per il servizio CONEROBUS URBANO di ANCONA.

  • Può essere usato con la tessera di identificazione rilasciata dalle aziende di trasporto su gomma oppure con un documento di riconoscimento personale.
  • Nell’ambito del territorio urbano di Ancona si può usufruire del servizio di tutti i vettori extraurbani aderenti a TRENOMARCHEBUS, compreso CONEROBUS, nei limiti delle fermate previste da tale servizio.
  • Può essere acquistato sin da 30 giorni prima dell’inizio di validità. La validità è di 30 giorni.
  • Esibendo l’abbonamento TRENOMARCHEBUS è possibile acquistare un altro abbonamento mensile a prezzo scontato - con identica decorrenza e scadenza - presso le Aziende di trasporto urbano di PESARO (AMI), FANO (AMI), FABRIANO (CONTRAM Urbano Fabriano), CIVITANOVA (ATAC), ASCOLI PICENO (START PLUS Urbano), S. BENEDETTO (START PLUS Urbano) e SENIGALLIA (Bucci Urbano). 

 

PICCHIO Mensile  - abbonamento integrato mensile (tariffa integrata treno + bus Vallata del Tronto 
PICCHIO Annuale Studenti - abbonamento integrato annuale per studenti (valido per l’intero anno scolastico 
Entrambi gli abbonamenti sono validi tra ASCOLI PICENO e SAN BENEDETTO DEL TRONTO, nella Vallata del Tronto, sia per viaggi su treno (2ª classe) che su bus (autolinee START PLUS). Consentono di effettuare un numero illimitato di viaggi per tutti i giorni di validità. Inoltre gli abbonamenti PICCHIO consentono anche l’utilizzo dei mezzi delle reti urbane START PLUS di Ascoli Piceno e/o di San Benedetto del Tronto (che comprende anche il territorio di Porto d’Ascoli), a seconda che la relazione richiesta comprenda, come partenza o arrivo, Ascoli Piceno e/o San Benedetto del Tronto.
Le famiglie con più di un figlio, che acquistano più abbonamenti PICCHIO ANNUALE STUDENTI, hanno diritto ad uno sconto del 20% per il secondo abbonamento e del 50% dal terzo abbonamento in poi.

Info: START PLUS S.p.A. tel. 0736 342227, 800.443040.  www.startspa.it

ultimo aggiornamento 13/05/2016 12:57

Fase 2 trasporti, ecco come si viaggia in bus a Fermo - Cronaca ...

Regolamento viaggiatori, controlli e sanzioni

D.D. n. 63 del 07/03/2017 : Elenco regionale dei soggetti abilitati ad accertare e contestare violazioni, corredate da sanzioni amministrative pecuniarie, commesse da viaggiatori nell'ambito dei servizi di TPL su gomma (art. 7, L.R. 12/2009 – D.G.R. 951/2016) - Definizione delle caratteristiche strutturali e iscrizione dei nominativi dei soggetti in possesso dell'abilitazione alla data del 31/08/2016.

Nome file Tipo  
Decreto_Elenco LR 12.docx.pdf Estratto VEDI
Allegato_A.pdf   VEDI
Allegato_B.pdf   VEDI

 

 

 

 

D.D. n.  20 del 03/02/2017:  Approvazione dei modelli dei contrassegni di riconoscimento per i soggetti abilitati ad accertare e contestare violazioni, corredate di sanzione amministrativa pecuniaria, commesse da viaggiatori nell’ambito dei servizi di TPL su gomma (L.R. 12/2009 – Disciplinare approvato con D.G.R. 951/2016).

Nome file Tipo  
Decreto_NUOVI CONTRASSEGNI.docx.pdf Estratto VEDI
Allegato A.pdf   VEDI

 

  

 

D.G.R. n. 633 del 23/05/2005: Regolamento viaggiatori

Disposizioni di indirizzo per l´utilizzo dei mezzi adibiti al trasporto pubblico locale su gomma da parte dei viaggiatori ai sensi dell´art. 6 comma 1, lettera l), della L.R. 24 dicembre 1998, n. 45.

D.G.R. n. 721 del 13/05/2013:  Obbligo salita anteriore sugli autobus

Modifica D.G.R. n. 633 del 23/05/2005 (Disposiszioni di indirizzo per l'utilizzo dei mezzi adibiti al trasporto pubblico locale su gomma da parte dei viaggiatori) - Introduzione dell'obbligo per i viaggiatori della salita dalla porta anteriore degli autobus.

 

L. R. 26 maggio 2009, n. 12 - Sanzioni in materia di trasporto pubblico locale

Disposizioni in materia di sanzioni amministrative a carico degli utenti sprovvisti di regolare titolo di viaggio a bordo dei mezzi per il TPL.

ultimo aggiornamento 14/05/2020

 Risultati immagini per aziende di trasporto pubblico

 

AZIENDE  DI TRASPORTO

Elenco delle aziende esercenti servizi di linea di trasporto pubblico regionale e locale nell’ambito del territorio:

Scarica l'elenco in formato WEB-HTML

Scarica l'elenco in formato OpenData XML dal sito Marche GoodPA 

 

Ultimo aggiornamento  17/06/2019

 Risultati immagini per pullman GT

Servizi di collegamento interprovinciali,  interregionali e G.T.

Ai sensi della L.r. 45/98, compete alla Regione Marche l'istituzione e gestione delle linee regionali e interregionali, che collegano rispettivamente il territorio di due o più Comuni, nell'ambito di uno o più bacini di traffico della Regione o il territorio della Regione con quello di una Regione limitrofa, e delle linee di granturismo, che sono attivate con lo scopo di valorizzare le caratteristiche artistiche, storiche ed ambientali delle località collegate.

 

Attualmente la Regione ha autorizzato le seguenti linee:

 

Autolinee Senesi Offida s.r.l. - Offida (AP) granturismo "Ascoli Piceno - Loreto - Urbino" autorizzazione rinnovata fino al 31/12/2020 con D.D. n. 

1206 del 11/12/2019

Autolinee Massi - Acquasanta Terme(AP) granturismo "Ascoli Piceno - Aeroporto Falconara"

Autorizzazione revocata con D.D. n. n.148/TPL del 29/08/2016

 

ultimo aggiornamento 01/09/2016 17:20

Il governo chiude agli Ncc nonostante l'aspra protesta - Travelnostop

Autoservizi pubblici non di linea: taxi con autovettura e noleggio veicoli con conducente

 

Gli autoservizi pubblici non di linea, ed in particolare il servizio di taxi con autovettura ed il servizio di noleggio veicoli con conducente, sono disciplinati delle seguenti norme:

 

  1. dalla Legge n. 21 del 15 gennaio 1992 (Legge quadro per il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea) e successive modifiche e integrazioni;
  2. dalla Legge Regione Marche n. 10 del 6 aprile 1998 (Norme in materia di trasporto di persone mediante il servizio di taxi ed il servizio di noleggio di veicoli con conducente) e successive modifiche e integrazioni;
  3. dagli artt. 19 e 85 del D.P.R. n. 616 del 24 luglio 1977 (Attuazione della delega di cui all'art. 1 della legge 22 luglio 1975, n. 382) e successive modifiche e integrazioni;
  4. dal D.Lgs. n. 285 del 30 aprile 1992 (Nuovo Codice della Strada) e successive modifiche e integrazioni;
  5. dal D.P.R. n. 495 del 16 dicembre 1992 (Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada) e successive modifiche e integrazioni;
  6. dal Decreto del Ministero dei Trasporti n. 572 del 15 dicembre 1992 (Regolamento recante norme sui dispositivi antinquinamento dei veicoli adibiti a taxi o ad autonoleggio con conducente);
  7. dall’art. 8, Legge n. 104 del 5 febbraio 1992 (Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale ed i diritti delle persone handicappate) e successive modifiche e integrazioni;
  8. dal Decreto del Ministero dei Trasporti del 20 aprile 1993 (Criteri per la determinazione di una tariffa minima e massima per il servizio di noleggio con autovettura);
  9. dal D.Lgs. n. 286 del 25 luglio 1998 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero) e successive modifiche e integrazioni;
  10. dalla Legge Regione Marche n. 33 del 10 agosto 1998 (Disciplina generale e delega per l'applicazione delle sanzioni amministrative di competenza regionale);
  11. dal D.P.R. n. 394 del 31 agosto 1999 (Regolamento recante norme di attuazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione  e norme sulla condizione dello straniero, a norma dell’art. 1 comma 6 del D.Lgs. 25 luglio 1998 n. 286) e successive modifiche e integrazioni;
  12. dall’art. 2 comma 4 della Legge n. 218 dell’11 agosto 2003 (Disciplina dell'attività di trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente) e successive modifiche e integrazioni.

Collegamenti utili

  

http://www.taxi.it   Tariffe e regolamenti servizi taxi 
https://www.google.it/search?q=noleggio+autobus+marche Ricerca Google per noleggio autobus con o senza conducente
   
   
   

 

ultimo aggiornamento 14/05/2020

Qualità dei Servizi - anno 2017

Risultati dell'indagine sulla qualità erogata del servizio di Trasporto Pubblico Locale extraurbano su gomma nell'anno 2017, a cura della P.F Sistemi Informativi Statistici e di Controllo di Gestione in collaborazione con la P.F. Viabilità regionale e Gestione del trasporto.

 

Rapporto  Qualità erogata su Gomma 2017 (formato PDF)

Questionario 2017  (formato PDF)

Qualità dei Servizi - anno 2016

Questionario sulla qualità percepita dagli utenti del servizio di Trasporto Pubblico Locale extraurbano su gomma nell'anno 2016, a cura della P.F Sistemi Informativi Statistici e di Controllo di Gestione in collaborazione con la P.F. Viabilità regionale e Gestione del trasporto.

 

  Questionario Qualità 2016 (PDF)

 

 

Accordo con le Associazioni regionali dei consumatori e con i soggetti Gestori del TPL per la gestione del “numero verde del consumatore” e il “monitoraggio qualità percepita” nel trasporto ferroviario ed automobilistico, in attuazione della L. 244/2007 art. 2 c. 461.

Dal 16/10/2019 attivo un “numero verde del consumatore”, una mail ed un contatto whatsapp dedicati per dare spazio alle segnalazioni degli utenti del TPL marchigiano.

Entro il mese di dicembre 2019 sarà anche effettuato, sempre a cura delle associazioni dei consumatori locali, il  "Monitoraggio sulla qualità percepita” che prevede la distribuzione di 1500 questionari per il trasporto ferroviario e di  3000 per il trasporto automobilistico.

Il tavolo tecnico permanente è il soggetto deputato a monitorare lo svolgimento delle attività nei tre anni di durata della collaborazione, con l’obiettivo di dare risposte sempre più concrete all’utenza del TPL marchigiano e di accrescere qualità ed efficienza dei relativi servizi

Scarica la locandina informativa (Formato PDF)

Altra modulistica per segnalazioni e reclami

Scarica il modulo , da inviare alla Regione esclusivamente a mezzo e-mail a segnalazioni.tpl@regione.marche.it da qui:

  • Formato MS-Word compilabile (docx): DOWNLOAD
  • Formato PDF compilabile: DOWNLOAD

ultimo aggiornamento  11/10/2019 13.30

Qualità dei Servizi - anno 2015

Risultati dell'indagine sulla qualità percepita dagli utenti del servizio di Trasporto Pubblico Locale extraurbano su gomma nell'anno 2015, a cura della P.F Sistemi Informativi Statistici e di Controllo di Gestione in collaborazione con la P.F. Viabilità regionale e Gestione del trasporto.

 

Risultati immagini per icona download pdfScarica il report (Formato PDF 4,7Mb)

 

Progetti per l'infomobilità 

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera:  Con l'espressione 'infomobilità si intende l'uso di tecnologie dell'informazione a supporto della mobilità e degli spostamenti di persone e merci.

Grazie allo sviluppo di dispositivi e strumenti informatici avvenuto negli ultimi anni, accompagnato alla rapida diffusione dei sistemi di navigazione satellitare basati sul GPS, le informazioni relative alla mobilità possono essere inviate all'utenza in modo diffuso (es. con pannelli a messaggio variabile presso le fermate del TPL), o può essere l'utente stesso ad accedervi in base alle proprie necessità o alla propria situazione specifica (es. da casa attraverso il web, o in mobilità attraverso un dispositivo mobile, ecc.).

Leggi tutto...

 

Nell’ambito più generale delle politiche per la promozione di un governo efficace ed efficiente della mobilità ed il suo sviluppo in chiave “sostenibile”, è stata avviata la creazione di un sistema di erogazione centralizzato di servizi multicanale di infomobilità per il sistema del trasporto pubblico locale esteso a tutto il territorio regionale, che consenta il superamento delle criticità derivanti dalla scarsa qualità dell’informazione all’utenza che non ha consentito sinora di incrementare in modo significativo la quota della mobilità pubblica su quella privata.

Con il completamento dell’implementazione dei sistemi di monitoraggio dei mezzi del TPL, mediante l’installazione dei dispositivi AVM sugli autobus, iniziato nel 2011, è oggi possibile poter erogare su scala regionale servizi in tempo reale di informazione all’utenza sugli orari effettivi di arrivo e partenza alle fermate, comprensivi quindi degli eventuali ritardi.

Già con i precedenti bandi di finanziamento si è potuto procedere all’installazione di alcune paline elettroniche alle fermate delle linee principali di collegamento nei centri urbani più importanti, che visualizzano in tempo reale i prossimi orari di passaggio degli autobus, e si è potuto verificare il positivo impatto sull’utenza, limitato tuttavia dallo scarso numero di paline elettroniche finora installate.

Tali dispositivi, in particolare, consentono ai viaggiatori di visualizzare con facilità le informazioni circa le tratte degli autobus, permettendo di recuperare in tempo reale, dal sistema AVM, la provenienza, la destinazione e l’orario delle corse, anche in modalità multilingua.

Il prossimo obiettivo è pertanto di estendere ulteriormente sulla rete regionale del TPL la diffusione di tali dispositivi di erogazione di informazioni in tempo reale, favorendo la realizzazione di un sistema di infomobilità per i servizi di trasporto pubblico locale esteso a tutto il territorio regionale che, sfruttando la rete di dispositivi AVM installati a bordo dei mezzi ed i dispositivi a terra presso alcune fermate (paline elettroniche), tutti coordinati da una rete di centrali operative operanti su ciascun bacino provinciale e tra loro interconnesse ed interoperanti a far si che a livello regionale si comportino come un sistema unico,  consenta l’erogazione dei seguenti servizi:

  1. Monitoraggio delle flotte del trasporto pubblico attraverso i sistemi AVM (Automatic Vehicle Monitoring) installati a bordo dei mezzi, al fine di  migliorare l’affidabilità del servizio (qualità erogata)  e la sua programmazione.
  2. Diffusione in tempo reale delle informazioni relative al servizio di TPL tramite canali telematici (Siti web per la ricerca degli orari e la pianificazione dei percorsi con i mezzi pubblici (Travel Planners) ed app per disposiztivi mobili dedicate) ed attraverso paline elettroniche installate in corrispondenza delle fermate dei mezzi del TPL nelle aree urbane ed extraurbane
  3. Interfacciamento dei diversi enti preposti alla mobilità fornendo loro uno strumento per poter valutare, adottare e misurare l’effetto di diversificate politiche di controllo e limitazione del traffico;
  4. Miglioramento della fruibilità e dell’efficacia del Trasporto Pubblico Locale attraverso l’Implementazione e lo sviluppo di un Travel planner in real time che superi la classica funzione “statica” – basata sugli orari programmati – per orientarsi ad una funzione “dinamica” con generazione in tempo reale degli itinerari Origine/Destinazione in funzione del reale posizionamento dei mezzi e dei livelli di puntualità del Servizio

Con la DGR n. 939 del 29/07/2019, è stata approvata la sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra la Regione ed i gestori dei servizi di TPL (servizi urbani ed extraurbani automobilistici) finalizzato, appunto, ad estendere ulteriormente sulla rete regionale del TPL la diffusione di tali dispositivi di erogazione di informazioni in tempo reale, sia mediante l’attivazione di ulteriori paline elettroniche alle fermate, che acquisendo altri tipi di strumentazione da installare nei principali terminal e stazioni presenti nel territorio regionale e consistenti in:

a) Monitor informativi da installare all’interno delle sale d’attesa delle principali autostazioni e dei nodi di scambio,

b) Grandi pannelli a messaggi variabili da installare nei singoli stalli delle autostazioni e dei nodi di scambio,

c) Sviluppo e pubblicazione di app gratuite per dispositivi mobili (Android+IOs) per la consultazione delle informazioni in tempo reale sui servizi di TPL..

In particolare, l’intesa sottoscritta prevede che, in un arco temporale di 48 mesi decorrenti dal 29/07/2019, data di sottoscrizione del protocollo:

  1. Ciascuno dei soggetti gestori dei servizi di TPL aderente provvede all’acquisizione, tramite gara d’appalto, degli apparati hardware suddetti, ed alla successiva installazione fisica ed attivazione degli apparati sul territorio, gestendo tutte le procedure autorizzative del caso con gli EE.LL. e le autorità competenti interessate, gli allacci e le utenze elettriche e telefoniche necessarie.
  2. I soggetti gestori dei servizi di TPL si impegnano a che tutti i suddetti apparti siano pienamente interconnessi ed interoperabili, a livello di bacino territoriale di esercizio, con le relative centrali di controllo degli apparati AVM/AVL già operative e gestite dalla 5 aziende pubbliche capofila dei consorzi di bacino extraurbani provinciali.
  3. La Regione interviene quale ente regolatore e co-finanziatore, che supervisiona le attività dei soggetti attuatori nel rispetto dell’accordo da parte di tutte le aziende firmatarie il Protocollo d’Intesa e verifica l’effettiva integrazione ed interoperabilità degli apparati acquisiti con le centrali operative di bacino. L’investimento complessivo è di 500.000 € complessivi nel triennio 2019-21, dove la Regione garantisce circa il 70% di finanziamento a fondo perduto ed il restante 30% rimane a carico delle aziende di trasporto firmatarie il protocollo d’intesa.

 

ultimo aggiornamento 31/01/2020 

 Implementazione della bigliettazione elettronica nella Regione Marche (Progetto SBE Marche o SBEM)

 

Per la Regione Marche, uno degli obiettivi strategici primari per l’evoluzione del sistema del T.P.L. regionale é la realizzazione dell’integrazione modale e  tariffaria tra il sistema ferroviario e la rete automobilistica e la disponibilità di dati completi ai fini della programmazione del settore. Per conseguire tali obiettivi, la L.R. n. 45/98 e tutti i piani attuativi ad essa correlati prevedono l’adozione di un sistema di bigliettazione elettronica (SBE) esteso a tutto il territorio regionale che consentirà di attuare, a regime, una tariffazione integrata dei servizi di trasporto pubblico locale su gomma e ferro permettendo ai viaggiatori di usufruire dei diversi modi di trasporto utilizzando lo stesso titolo di viaggio.

· Per l’utenza esso  consentirà:

1. l’acquisto di nuove tipologie di titoli di viaggio, garantendone disponibilità ed ampia diffusione sul territorio, utilizzando anche modalità di pagamento alternative rispetto a quelle tradizionali (es: Internet, rete tabaccai, ATM bancari, Home Banking, Lottomatica, POS, Grande distribuzione ecc..);

2. l’effettuazione di spostamenti con tutte le opzioni di intermodalità possibili tra gomma e ferro mediante l’utilizzo indifferenziato dei titoli di viaggio disponibili nelle reti e nei bacini dei diversi operatori del TPL;

3. la riduzione dei tempi e dei costi per la ricerca di informazioni e l'acquisto dei titoli di viaggio, rendendo più semplice ed affidabile l’utilizzo degli stessi.

 · Per le aziende il SBE consentirà:

1. di realizzare una tariffazione flessibile (per tratta, fascia oraria, ecc.), di attuare una ripartizione "certificata" dei proventi, ridurre i casi di frode e contraffazione dei titoli di viaggio;

2. di razionalizzare la rete di vendita e la struttura organizzativa, nonché monitorare i percorsi e controllare l'avanzamento del livello di efficienza raggiunto.

 · Per la Regione, il sistema permetterà:

1. di conoscere il numero esatto degli utenti e le loro abitudini di mobilità;

2. di confrontare e/o ottimizzare il livello dei servizi, evidenziando eventuali carenze e/o sovrapposizioni nella rete intermodale di trasporto del territorio, attraverso la simulazione di percorsi, al fine della sua integrazione e/o completamento.

In via preliminare, tra il 2008 ed il 2010 si è proceduto alla sperimentazione di un sistema prototipo in un’area territoriale limitata ma rappresentativa dell’intera realtà regionale, attraverso il coinvolgimento di Trenitalia e di tre aziende della gomma, al fine di validare il sistema prima di estenderlo a tutta la Regione. I dettagli del progetto di sperimentazione ed i relativi risultati sono stati raccolti in un sito tematico al seguente indirizzo: www.trasporti.marche.it/SBE  

 

Per procedere concretamente alla realizzazione su scala regionale del nuovo sistema di bigliettazione elettronica dei trasporti pubblici, la Regione ha poi intrapreso, a partire dal 2015, una lunga ed articolata fase di progettazione iniziata con la ricognizione e valutazione dello “stato dell’arte” dei sistemi gestionali e tariffari, presso le Aziende che gestiscono il Trasporto Pubblico regionale.

Sulla scorta delle risultanze di detta fase è stato predisposto un primo documento contenente le direttive tecniche per l’attuazione del sistema SBE Marche (c.d. linee guida), approvato formalmente con il DDPF n. 519/TPL del 16/04/2018. Tale documento definisce le scelte tecnologiche di base, le relative caratteristiche tecnico-funzionali dei diversi componenti del sistema nel suo complesso e le prescrizioni operative per l’effettiva implementazione tecnica e tecnologica del sistema sia presso la Regione che presso i gestori dei servizi.

Lo schema progettuale descritto nelle linee guida delinea un sistema tecnologico costituito da una pluralità di componenti hardware e software costituenti:

  • Sistemi di bordo bus (Obliteratrici elettroniche e router GPS+WiFi+4G)
  • Sistemi di vendita e controllo (Punti vendita aziendali, punti di emissione smartcard, emettitrici self-service e terminali portatili di verifica).
  • Smartcard di tipo contactless e chip-on-paper (CoP).
  • Sviluppo della piattaforma software a supporto della gestione centralizzata dei dati del sistema SBEM, della gestione del sistema di vendita e della ripartizione dei ricavi (clearing) e del sistema di diffusione delle informazioni (infomobilità).

 

Il processo che, attraverso varie fasi, condurrà all’implementazione di tale sistema su scala regionale presuppone che tutti gli apparati tecnologici, hardware e software, che dovranno essere attivati sia presso i diversi gestori dei servizi che sui mezzi adibiti ai servizi di trasporto pubblico locale delle Marche, possano tutti interagire tra di loro per scambiarsi telematicamente i dati necessari al corretto funzionamento su scala regionale, in altre parole dovranno essere tutti interoperabili tra loro. Tale interoperabilità globale potrà essere garantita qualora sia individuato un fornitore unico degli apparati tecnologici per tutta la regione.

 

A tal fine, con la DGR n. 865 del 15/07/2019, la Giunta Regionale ha approvato le modalità di attuazione dell’implementazione del sistema SBEM tramite la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa tra la Regione stessa e le Aziende esercenti i servizi di Trasporto Pubblico Locale che regolamenta la collaborazione sul piano istituzionale, amministrativo e tecnico-operativo atta a garantire il rispetto delle predette direttive tecniche uniformemente su tutti i bacini di traffico nel territorio delle Marche.

In particolare, il protocollo stabilisce con precisione i ruoli e gli impegni reciproci delle parti che, in sintesi, così si riassumono:

  • La Regione interviene quale ente regolatore e co-finanziatore, che supervisiona l'implementazione del sistema SBEM nel rispetto dell’accordo da parte di tutte le aziende firmatarie il Protocollo d’Intesa e delle direttive tecniche approvate con il predetto D.D.P.F. 514/2018. L’investimento complessivo di è di oltre 7 M€ dove la Regione garantisce circa il 60% di finanziamento a fondo perduto ed il restante 30% rimane a carico delle aziende di trasporto firmatarie il protocollo d’intesa. Le risorse regionali provengono in parte da fondi propri, in parte da fondi MIT e dal POR FESR.
  • In un’ottica di semplificazione, efficienza e riduzione dei costi, al fine di garantire l’interoperabilità a livello regionale tra le diverse componenti del sistema si attua un’unica procedura ad evidenza pubblica per la fornitura, installazione e manutenzione, presso ciascuna azienda, dei rispettivi sistemi di bigliettazione elettronica, nel rispetto delle direttive tecniche emanate dalla Regione Marche.
  • Di concerto con le organizzazioni rappresentative delle aziende del TPL automobilistico si è stabilito  di  individuare la società Conerobus s.p.a. di Ancona, in quanto soggetto avente  la struttura amministrativa e le competenze tecniche più adeguate, quale “ente aggiudicatore”, a cui demandare l’attuazione della procedura ad evidenza pubblica per l’individuazione del fornitore unico degli apparati tecnologici hardware e software, che saranno poi oggetto di acquisto direttamente da parte delle singole aziende firmatarie il protocollo d’intesa.
  • La Regione avrà l’accesso via web a una partizione appositamente dedicata della piattaforma software di controllo del sistema SBEM, tramite la quale potrà disporre dei dati e delle funzioni di propria competenza.
  • La Regione inoltre supervisiona l'attuazione del progetto tramite l’istituzione di un tavolo tecnico permanente composto dai responsabili tecnici delle aziende e della Regione stessa.
  • La Regione, infine, individuerà separatamente con il gestore del trasporto ferroviario le modalità per l’adeguamento dei propri sistemi di bigliettazione elettronica al fine di assicurare la piena compatibilità e l’interoperabilità con i titoli di viaggio elettronici del sistema SBEM.

 

Il 19/12/2019 la Conerobus ha pubblicato la gara per l’individuazione del fornitore degli apparati del sistema SBEM. I dettagli del bando sono accessibili al seguente indirizzo web: https://www.conerobus.it/societa-trasparente/bandi-di-gara-e-contratti/avvisi-e-bandi/pprogettazione-implementazione-gestione-e-manutenzione-del-sistema-integrato-di-bigliettazione-elettronica-account-based-per-i-servizi-di-tpl-della-regione-marche

 

Con il sistema che si andrà a realizzare, gli utenti del trasporto pubblico potranno accedere agli autobus del TPL dotandosi di un unico titolo di viaggio, che fisicamente potrà stare su diversi supporti come ad esempio le classiche tessere elettroniche, cd smart-card, o gli smart phone, sui quali caricare i propri abbonamenti del trasporto per compiere spostamenti su tutto il territorio regionale.

Tali supporti consentono all’utente di essere riconosciuto nell’ambito del sistema SBEM attraverso un Identificatore Digitale (ID Utente) mediante il quale sarà possibile accreditare i titoli di viaggio elettronici, pagando il corrispondente valore presso le biglietterie o i punti vendita autorizzati oppure su altre piattaforme web dedicate. I titoli elettronici (o il credito trasporti) saranno poi utilizzati in funzione del numero spostamenti e delle distanze percorse. Il sistema sarà aperto anche a nuove tecnologie di fruizione, come ad esempio il bike ed il car sharing.

Le obliteratrici elettroniche sui mezzi di trasporto provvederanno automaticamente a rilevare dove l’utente sale e dove scende, verificando la validità dell’abbonamento o del biglietto, oppure addebitando il corrispondente costo della sola tratta percorsa nel caso l’utente abbia precaricato un credito con la logica del cosiddetto borsellino elettronico. In una fase successiva l’utilizzo del sistema potrà essere esteso anche alle schede bancomat e/o carte di credito, appositamente abilitate.

 

Il sistema tariffario subirà un rinnovamento radicale: l’attuale sistema, che consente a ciascun’azienda di trasporto di adottare una propria tabella di tariffe crescenti in proporzione a fasce chilometriche prefissate migrerà verso un sistema integrato di tariffazione, non più legato all’azienda, bensì al percorso che effettivamente si andrà a coprire, quindi più rappresentativo del servizio in relazione al territorio. In prospettiva, sarà anche valutato il passaggio dall’attuale sistema tariffario a fasce chilometriche al più moderno sistema a zone.

 

Infine, tale sistema consentirà anche ai gestori dei servizi e agli enti concedenti (Regione e Comuni) di migliorare l’efficacia delle politiche e l’efficienza dei servizi, ottimizzando al contempo i costi, mediante un sistema unificato di monitoraggio del servizio in tempo reale, che potrà consentire tanto la raccolta di dati puntuali e completi sull’utilizzo dei servizi erogati a beneficio della pianificazione, quanto lo strumento per l’elaborazione di apposite strategie commerciali per le aziende di trasporto, per l’incremento dei numeri di accesso al TPL (c.d. load factor).

 

ultimo aggiornamento 23/01/2020

Risultati immagini per open data

Dati aperti sugli orari degli autobus dei servizi di trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano e orari del servizio ferroviario regionale.

 

Dati del trasporto pubblico urbano, extraurbano e del servizio ferroviario regionale in formato GTFS-CSV. Aggiornamento semestrale. Principali informazioni disponibili: anagrafica delle fermate (georeferenziate), elenco delle linee, elenco delle corse, elenco degli orari di arrivo e partenza.

I dati sono forniti dalle aziende di trasporto e sono conformi alle specifiche GTFS (General Transit Feed Specification). I dettagli del formato sono disponibili a questo indirizzo: https://developers.google.com/transit/gtfs/  

Tutti i dati che mettiamo a disposizione sono stati concessi con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia

 

Dati e risorse :

I dati sono aggiornati al   16/09/2020, con orari scolastici (provvisori) della ATMA (AN) 

 Metadati 

Usare questo link per scaricare i dati descrittivi del dataset in formato .mht (mhtml), visualizzabile sia con il browser Internet Explorer che con quanluque visualizzatore di files MS-Excel.


Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Extraurbano RICHIESTA GTFS_TRASPORTI_UNIFICATO
Il file archivio ZIP contenente i dati degli orari e dei percorsi del TPL automobilistico, urbano ed extraurbano, e dei servizi ferroviari regionali, secondo le specifiche GTFS, in formato CSV viene trasmesso su richiesta, tramite piattaforma di scambio files WeTransfer, previa compilazione dell'apposito modulo tramite il link suindicato.

RegioneMarche_OpenDataTrasporti.pdf (pdf ~144Kb)
Documentazione correlata ai datasets in formato GTFS della Regione Marche.

 

Modulistica materiale rotabile


  • Immissione in linea e contestuale alienazione modello IM_1
  • Immissione in linea senza contestuale alienazione modello IM_2
  • Immissione provvisoria in linea, come scorta, da noleggio modello IM_3
  • Richiesta di autorizzazione a fuori linea autobus in organico TPL senza vincoli modello FL_1
  • Richiesta di autorizzazione a fuori linea autobus in organico TPL soggetti a vincoli modello FL_2
  • Dichiarazione sostitutiva a corredo domanda immissione in linea modello D1
  • Dichiarazione assolvimento imposta di bollo per rich. immissione in linea modello D2
  • Dichiarazione assolvimento imposta di bollo per rich. fuori linea modello D3

Modulistica corsi ed esami controllori


Modulistica richiesta variazioni al programmi di esercizio

 

Modulistica fermate TPL

 

  • Domanda per la realizzazione o modifica di una fermata del TPL scarica modello

N.B.: per utilizzare appieno le funzionalità dei files PDF compilabili, si suggerisce di scaricarli sul computer locale (tasto destro sul link – salva … con nome) poi aprirli con il lettore Adobe Acrobat Reader

ultimo aggiornamento 30/07/2019 09:31