Energia

Contatti

Posizione di Funzione Bonifiche, fonti energetiche, rifiuti e cave e miniere

Dirigente

Massimo Sbriscia

 

Segreteria Energia
Tel: 0718063521

Referente
Lorenzo Federiconi
lorenzo.federiconi@regione.marche.it
Tel. 071.806.3530

Email: energia@regione.marche.it

Posta Elettronica Certificata: regione.marche.ciclorifiutibonifiche@emarche.it

Protocollo ITACA

Protocollo ITACA per la valutazione della sostenibilità energetica e ambientale degli edifici

L’edilizia sostenibile impiega meno risorse naturali, produce un minore impatto sull’ambiente (nell’aria, nell’acqua, sul suolo) e garantisce un maggiore comfort abitativo rispetto all’edilizia convenzionale.
 La Regione Marche ha una specifica normativa sull’edilizia sostenibile (Legge Regionale 14/2008) e ha adottato nel 2011 (DGR 1689/2011) un sistema di certificazione energetica e ambientale degli edifici basato sul Protocollo ITACA Marche, di tipo volontario; i criteri con cui vengono valutati gli edifici prendono in considerazione molteplici aspetti, non limitandosi ai soli consumi energetici che hanno comunque un peso rilevante nella valutazione complessiva.
Il 3 febbraio 2015 è stata pubblicata la Prassi di riferimento UNI/PdR 13:2015 “Sostenibilità ambientale nelle costruzioni – Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità” per gli edifici residenziali, approvata dal Consiglio Direttivo di ITACA nella seduta del 18/12/2014, in sostituzione del Protocollo ITACA Residenziale 2011, e ratificata dal Presidente dell’UNI (Ente Italiano di Normazione) il 29 gennaio 2015.
La Prassi di riferimento UNI/PdR 13:2015 è stata elaborata da un tavolo tecnico attivato presso UNI, coordinato dalle Marche in qualità di Regione capofila sul tema della sostenibilità energetico e ambientale presso ITACA, Istituto per l’Innovazione, la Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale, ed è stata sviluppata dal Protocollo ITACA Residenziale 2011, in seguito a un accordo siglato tra UNI e ITACA stessa.
Gli aggiornamenti e le verifiche sono state apportate nell’ambito del gruppo di lavoro interregionale per l’edilizia sostenibile; tali modifiche sono derivate, essenzialmente, dalla necessità di adeguare lo strumento ai nuovi decreti relativi alla certificazione energetica, in particolare ai Decreti 26 giugno 2015.
La Prassi UNI/PdR 13:2015, così aggiornata, è stata pubblicata da UNI il 22 giugno 2016.
Considerato che la Prassi rappresenta il Protocollo ITACA aggiornato alle nuove norme, con DGR n. 858 del 01/08/2016, la Regione Marche ha aggiornato le “Linee guida per la valutazione della sostenibilità energetico ambientale degli edifici residenziali di cui all’art. 7 della L.R. n. 14/2008 ” sostituendo il Protocollo Itaca Marche con la Prassi stessa, strutturata in due sezioni: Sezione 0 e Sezione 1.
In merito ai criteri di valutazione, per quanto riguarda la qualità del sito, la Prassi tende a contrastare la “dispersione insediativa”, premiando le costruzioni situate all’interno delle aree urbane più dense e centrali. In altre parole, si favoriscono gli interventi che contengono il consumo di nuovo suolo. Altri parametri premiano la vicinanza ai mezzi pubblici (treno, bus) e la vicinanza ai servizi pubblici o commerciali, ovvero la possibilità di raggiungere a piedi o in bicicletta gli uffici, le scuole, i centri sportivi, gli esercizi commerciali.
Per quanto riguarda i materiali e i prodotti da costruzione, vengono valutati, tra l’altro, la loro rinnovabilità, riciclabilità o provenienza da riciclo, la certificazione e la vicinanza della loro produzione rispetto al cantiere per ridurre i carichi ambientali dovuti al trasporto.
 Un altro gruppo di criteri è rivolto alla qualità del comfort interno, della ventilazione e dell’illuminazione naturali, nonché dell’isolamento acustico.

 

Normativa

Legge Regionale n. 14/2008 "Norme per l'edilizia sostenibile"

  • DGR n. 858 del 01/08/2016: "Legge regionale n. 14/2008 "Norme per l'edilizia sostenibile" - Art. 14, comma 2, lettera a) "linee guida per la valutazione energetico ambientale degli edifici residenziali" - Modifica della DGR n. 760/2009"
  • DGR n. 1689 del 19/12/2011: Art. 6, co 5 e art. 14, co 2 lett b) e c) e co 3 lett. b), LR n. 14/2008 "Norme per l'edilizia sostenibile": sistema e procedure per la certificazione energetica e ambientale degli edifici, criteri e procedure per formazione e accreditamento dei soggetti abilitati al rilascio della certificazione e criteri e modalità per erogazione contributi e per adozione incentivi di cui rispettivamente agli artt. 9 e 10. Integrazioni e modifiche delle DGR n. 760/2009, n. 1141/2009, n. 1499/2009, n. 359/2010, n. 361/2010 e n. 1494/2010
  • DGR n. 760 del 11/05/2009: LR n. 14/2008 "Norme per l´edilizia sostenibile" - Art. 14 comma 2 lett. A): "Linee guida per la valutazione energetico-ambientale degli edifici residenziali"; art. 14 comma 2, lett. B): "Criteri per la definizione degli incentivi"; art. 14, comma 2 lett. C): "Programma per la formazione professionale"

 

Piano Casa

Legge Regionale n. 22/2009 "Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l'occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile"

  • DGR n. 1870 del 16/11/2009: Protocollo Itaca - Marche sintetico, LR 22/2009 "Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l´occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile", scaglioni per la realizzazione degli incrementi volumetrici, procedure e controlli per la valutazione della sostenibilità degli edifici
     

  • DGR n. 1245 del 02/08/2010 Aggiornamento Protocollo Itaca - Marche sintetico per la valutazione energetico ambientale degli edifici

 

pagina aggiornata al 16/09/2019

data ultima modifica della pagina 23/09/2019

Elenco certificatori

Numero di certificatori: 620

:: in ordine alfabetico
:: per Comune
:: per ID progressivo

Decreti di istituzione e aggiornamento dell'elenco:
169/TAE/2011
:: 18/TAE/2012
:: 19/EFN/2012
:: 2/EFN/2013
:: 68/EFN/2013
:: 29/EFR/2014
:: 45/EFR/2014
:: 132/EFR/2014

:: 17/CRB /2018

 

Formazione e accreditamento dei certificatori

-Criteri e procedure per la formazione e l'accreditamento dei certificatori

 

Domanda di accreditamento:

-domanda formato odt

-domanda formato doc

-domanda formato pdf


Le scadenze di presentazione delle domande in base alle quali sarà aggiornato l'elenco dei certificatori sono il 30/06 e il 31/12 di ogni anno.

Per eventuali chiarimenti rivolgersi alla P.O. Pianificazione e attuazione politiche energetiche Dott.sa Katiuscia Grassi - tel. 071-8063935, Fax: 071-8063012,  E-mail: katiuscia.grassi@regione.marche.it 

 

 

pagina aggiornata al 16/09/2019

data ultima modifica della pagina 16/09/2019

 

 

Sostenibilità ambientale nelle costruzioni: consultazione pubblica per la futura prassi di riferimento 

 

15/03/2019 - È iniziato il periodo di pubblica consultazione del progetto di UNI/PdR “Sostenibilità ambientale nelle costruzioni – Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità”. Il Tavolo ITACA-UNI ha approvato l’aggiornamento delle prime due sezioni della UNI/PdR 13, che erano state pubblicate nel 2015 e una nuova sezione dedicata agli edifici non residenziali. L'aggiornamento deriva essenzialmente dalla necessità di adeguare lo strumento alle novità relative alla normativa tecnica e all’ introduzione dei Criteri Ambientali Minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici e si colloca nel quadro generale di sostegno alle amministrazioni pubbliche ed ai cittadini che da sempre ispira l'attività dell'Istituto. Frutto della collaborazione ITACA-UNI, il progetto di UNI/PdR è ora sottoposto alla fase di consultazione pubblica, con scadenza il prossimo 14 aprile, al fine di raccogliere le osservazioni da parte dei vari stakeholders.

l progetto di UNI/PdR definisce:
nella Sezione 0 l’inquadramento generale e principi metodologici e procedurali che sottendono al sistema di analisi multicriteria per la valutazione della sostenibilità ambientale, ai fini della classificazione degli edifici attraverso l’attribuzione di un punteggio di prestazione.
nella Sezione 1 i criteri per la valutazione di sostenibilità ambientale e il calcolo del punteggio di prestazione degli edifici residenziali.
nella Sezione 2 i criteri per la valutazione di sostenibilità ambientale e il calcolo del punteggio di prestazione degli edifici non residenziali.
Output dell’attività condotta per il calcolo del punteggio di prestazione è la “relazione di valutazione”, effettuata su un singolo edificio e la sua area esterna di pertinenza e contenente gli esiti della valutazione rispetto ai criteri presi in considerazione.

Si ricorda che le prassi di riferimento sono documenti che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un rapido processo di condivisione ristretta ai soli autori, e costituiscono una tipologia di documento para-normativo nazionale che va nella direzione auspicata di trasferimento dell’innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione, fornendo una risposta tempestiva ai mercati in cambiamento.

Per informazioni:
Divisione Innovazione
Email: sviluppo.progetti@uni.com

link al sito UNI

 

 

Prassi di riferimento UNI/PdR 13:2015 “Sostenibilità ambientale nelle costruzioni – Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità” per gli edifici residenziali

 

SEZIONE 0

 

:: UNI/PdR 13:2015 – Sezione 0: Inquadramento generale e principi metodologici (30/01/2015 - agg. 22/06/2016)

La Sezione 0 illustra l’inquadramento generale e i principi metodologici e procedurali che sottendono al sistema di analisi multicriteria per la valutazione della sostenibilità ambientale degli edifici, ai fini della loro classificazione attraverso l’attribuzione di un punteggio di prestazione. Oggetto della valutazione è un singolo edificio e la sua area esterna di pertinenza. Il documento si applica sia a edifici di nuova costruzione, sia a edifici oggetto di ristrutturazione. 

SEZIONE 1

 

:: UNI/PdR 13:2015 – Sezione 1: Edifici residenziali (30/01/2015 - agg. 13/02/2017) 

La Sezione 1 specifica i criteri per la valutazione di sostenibilità ambientale e il calcolo del punteggio di prestazione degli edifici con destinazione d’uso residenziale. I criteri di valutazione per il calcolo del punteggio di prestazione di edifici residenziali sono stati organizzati in “schede criterio” e sono raggruppati per categoria di riferimento. Output dell’attività condotta per il calcolo del punteggio di prestazione è la “relazione di valutazione”, effettuata su un singolo edificio e la sua area esterna di pertinenza, e contenente gli esiti della valutazione rispetto all’insieme dei criteri presi in considerazione.

 

 

Protocollo ITACA MARCHE (non più in vigore - lasciato a disposizione per eventuale consultazione)

 

  1. PROTOCOLLO COMPLETO MARCHE: framework del Protocollo Itaca da compilare in tutte le sue parti per ottenere il punteggio finale dell’edificio ed il relativo attestato di conformità al progetto/certificato di costruzione
     

  2. LINEE GUIDA DEL PROGETTO: linee guida descrittive di ogni criterio del Protocollo Itaca
     

  3. MODULO COMPLETO: strumento di calcolo (tools) per la quantificazione degli indicatori di prestazione dei seguenti criteri del Protocollo Itaca 2.1.1, 2.1.2, 2.1.3, 2.1.4, 2.1.5, 2.1.6, 2.1.7, 2.1.8, 2.2.1, 2.2.2, 2.3.1, 2.3.2, 2.3.3, 2.3.4, 3.1.1, 3.1.2, 4.3.1 e 5.1.1, da compilare in tutte le sue parti
     

  4. SCHEDA INVOLUCRO OPACO: file per il calcolo di alcuni parametri propri di un componente opaco dell’involucro edilizio, a supporto dei tools di cui ai criteri 2.1.2, 2.1.6, 2.3.1, 2.3.2, 2.3.3 e 2.3.4
     

  5. SCHEDA INVOLUCRO TRASPARENTE: file per il calcolo di alcuni parametri propri di un componente trasparente dell’involucro edilizio, a supporto dei tools di cui ai criteri 2.1.2, 2.1.6, 2.3.1, 2.3.2, 2.3.3 e 2.3.4
     

  6. FATTORE DI LUCE DIURNA: file per il calcolo del fattore medio di luce diurna di un ambiente, a supporto del tool di cui al criterio 4.3.1
     

  7. MANUALE STRUMENTI DI CALCOLO: guida alla compilazione dei file di cui ai punti 3 - 6 e

        relativa ERRATA CORRIGE  

 

 

 

Protocollo SINTETICO ITACA Marche

per l'attuazione dell'art. 2 della Legge Regionale n. 22/2009

 

:: Protocollo Sintetico e Modulo Sintetico - Residenziale          rev. 28/10/2010
:: Protocollo Sintetico e Modulo Sintetico - Non Residenziale    rev. 28/10/2010

 

pagina aggiornata al 16/09/2019

data ultima modifica della pagina 16/09/2019

Mercoledì 9 Ottobre - Workshop Bruxelles 

“Protocollo ITACA”

building a culture of change towards the environmental sustainability in construction

Il 9 ottobre 2019, Regione Marche e ITACA (Istituto italiano per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale) organizzeranno un workshop sulla sostenibilità ambientale nelle costruzioni come evento collaterale della Settimana europea delle regioni e delle città - "priorità tematica 3". Un'Europa più verde". Un'occasione per dare maggiore visibilità a livello europeo allo strumento operativo italiano per la valutazione della sostenibilità recentemente pubblicato da UNI/PdR 13:2019 "Sostenibilità ambientale nelle costruzioni - Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità" sulla base del Protocollo ITACA.

Per il PROGRAMMA (clicca sull'immagine)

Link al sito "European Week of Regions and Cities European Week of Regions and Cities"

PRESENTAZIONI EVENTO DEL 9 OTTOBRE A BRUXELLES


Mercoledì 25 settembre 2019 - Seminario Milano

SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DELLE COSTRUZIONI
Aggiornamento del Protocollo ITACA: la UNI/PdR 13:2019

Mercoledì 25 settembre 2019 si svolgerà a Milano, presso l’Auditorium G. Testori di Regione Lombardia, Piazza Città di Lombardia n.2, il seminario di presentazione della nuova PdR UNI 13:2019, che ha adeguato ed aggiornato il contenuto dei criteri del Protocollo ITACA ai Criteri Mt.inimi Ambientali (CAM) ed alla normativa tecnica. La Prassi ha l’obiettivo di favorire un nuovo processo di sviluppo e qualificazione del settore delle costruzioni che tenga conto degli aspetti ambientali facilitando il lavoro degli operatori pubblici e privati.

Per INFO e PROGRAMMA (clicca sull'immagine)

Per maggiori informazioni: ITACA 06.6782620 – segreteria@itaca.org


 

pagina aggiornata al 16/09/2019

data ultima modifica della pagina 23/09/2019