Categorie

Tag

cig
FSE
IGP
LSU
oss
PAI
PSR
r&S
SIL
UE
martedì 22 agosto 2017  05:06 

Dopo aver ricordato la sequenza sismica che dal 24 agosto 2016 al 18 gennaio 2017 ha colpito un terzo del territorio marchigiano, il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, nel corso di una conferenza stampa, ha fatto il punto della situazione ad un anno dalla prima scossa che purtroppo registrò anche la perdita di vite umane ad Arquata del Tronto. “Un anno di duro impegno da parte delle istituzioni regionali – ha subito detto Ceriscioli - per rispondere a una parte di cittadini marchigiani che si sono trovati per una serie inusitata di scosse, tra cui la terza più potente della storia sismica del nostro Paese, senza abitazione e senza attività lavorativa. Ad oggi abbiamo tutti gli strumenti per la ricostruzione, risorse economiche e norme operative ed è un fatto eccezionale in tempi così stretti avere le risorse necessarie. Un fatto non scontato alla luce di passate crisi sismiche. Quindi è una bugia strumentale continuare a dire che non ci sono risorse e non lo può dire soprattutto chi le ha già prontamente e lautamente ricevute in termini di milioni di euro per ricostruire strutture. Non è un discorso di mancata informazione o di troppa burocrazia, ma solo un modo di chi cerca un facile consenso scaricando le proprie responsabilità sulla Regione. La collaborazione fra Enti locali e Istituzioni regionali – ha affermato - deve continuare in misura maggiore proprio ora, coinvolgendo anche le Province nel processo di ricostruzione per un coordinamento territoriale.    

giovedì 17 agosto 2017  03:01 

Prevenzione sanitaria certificata dal Ministero della Salute per l’anno 2016.

La Regione Marche, infatti, nonostante le situazioni di oggettiva difficoltà nel fronteggiare gli eventi sismici, ha raggiunto tutti gli obiettivi previsti dal Piano Regionale della Prevenzione.

La Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute ha valutato positivamente e certificato le attività svolte sulla base delle linee programmatiche che vanno da azioni favore dell’infanzia all’età adulta avanzata, dall’ambiente di lavoro alla scuola. Il Piano pone particolare attenzione alle vaccinazioni per bambini, adulti e soggetti a rischio. 

   

lunedì 14 agosto 2017  02:47 

La Giunta, nel corso dell’ultima seduta, ha trasmesso al Cal i criteri attuativi degli interventi a favore delle disabilità gravissime per il 2017. 

Lo stanziamento per l’avvio dell’ intervento ammonta per ora a 2.796.000 euro a cui verrà aggiunta la quota che sarà trasferita in autunno dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il Fondo Nazionale non Autosufficienze 2017 con la quale si raggiungerà l’importo già garantito nell’anno 2016 di circa quattro milioni di euro. 

Nella stessa seduta, la Giunta ha stanziato un ulteriore milione di euro quale misura integrativa straordinaria a sostegno delle persone disabili beneficiari nel 2015 dell’intervento di “Assistenza Domiciliare Indiretta”.

Azioni anche a favore degli alunni con disabilità sensoriale. Con il nuovo anno scolastico la gestione passa agli Ambiti Territoriali Sociali. 

   

venerdì 11 agosto 2017  02:22 

Con l’approvazione definitiva, nei giorni scorsi, da parte del Parlamento del cosiddetto “decreto Sud”, sono stati prorogati, anche per la scuola, gli effetti del decreto legge (189/2016) con cui, lo scorso ottobre, erano stati individuati gli interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma dell’Italia centrale.

In particolare, questo nuovo provvedimento consentirà, per il prossimo anno scolastico, di istituire ulteriori posti di personale, sia docente che ATA, per le scuole interessate dal terremoto (sia perché danneggiate, sia perché ospitano studenti che hanno subito le conseguenze del sisma) per far fronte alle esigenze aggiuntive rappresentate dagli Amministratori e dalle popolazioni locali.

La Regione Marche e l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche (USR), anche a seguito del confronto avviato sul tema con le organizzazioni sindacali del settore, si sono incontrati lo scorso 9 agosto per valutare le opportunità offerte e individuato i possibili criteri con cui procedere alla verifica delle esigenze espresse e alla conseguente assegnazione dei posti.

   

giovedì 10 agosto 2017  04:22 

Alle Marche 95 milioni del Ministero che si aggiungono ai 23  già riconosciuti dalle ordinanze 23 e 32 del commissario straordinario. Approvato anche il secondo stralcio per il ripristino abitativo di immobili pubblici (Comuni, Erap, Ersu): 27 milioni per realizzare 312 alloggi, di cui 96 posti letto per gli studenti dell’Università di Camerino. Ceriscioli e Sciapichetti: “Partiamo con il recupero identità culturale, proseguiamo con la ricostruzione delle abitazioni”

   

sabato 5 agosto 2017  11:05 

Dopo la cerimonia di ieri, a Fiastra, oggi è stata inaugurata l’area commerciale temporanea di Valfornace, comune maceratese nato nel 2017 dalla fusione di Pievebovigliana e Fiordimonte. Presso l’area sportiva di Pievebovigliana, la Regione ha attrezzato una superficie che ospita 21 attività del paese che hanno riaperto negozi e studi professionali dopo il sisma. Un investimento, tra strutture e opere di urbanizzazione, che ha richiesto 405 mila euro, ai quali vanno sommati altri 52 mila euro per l’area commerciale di Fiordimonte che raccoglie un alimentare e il Consorzio apistico. “Una cerimonia importante, voluta da una comunità tenace, in particolare dai commercianti che vogliono ripartire senza spostare i negozi dalla realtà in cui operavano”, ha detto il sindaco Massimo Citracca, a fianco del quale c’era il primo cittadino di Montecavallo, Pietro Cecoli e l’assessore regionale Angelo Sciapichetti. “Tornano ...

   

venerdì 4 agosto 2017  12:17 

Ceriscioli: “Passi avanti anche per quello relativo ai beni culturali”

Cento interventi per un importo complessivo di 127 milioni e 942 mila euro per le zone colpite dal sisma. È quanto prevede il primo stralcio del Piano delle opere pubbliche, approvato il 3 agosto – a Roma - dalla Cabina di regia, a favore dei territori delle province di Macerata, Ascoli Piceno, Fermo e Ancona.

Il piano comprende le opere segnalate, come prioritarie, dai sindaci e le otto sanitarie concordate, nei giorni scorsi, con i primi cittadini. Complessivamente sono 80 gli interventi che ricadono nelle zone del cratere e 20 quelle fuori cratere. Le prime richiedono un investimento di 110 milioni di euro, le seconde di 17 milioni. Nella provincia di Ancona sono previsti 3 interventi (tutti nel cratere), ad Ascoli Piceno 19, a Fermo 25 e a Macerata 53. Fino a oggi la Regione Marche ha dato il via libera a quattro piani delle opere pubbliche (di cui due riguardano le scuole, di circa 187 milioni), per un totale di 332 milioni di euro. "Prosegue l'iter per la ricostruzione pubblica – ha dichiarato il presidente Luca Ceriscioli - Nella Cabina di regia di oggi sono stati fatti passi avanti anche per il piano dei beni culturali redatto dal Ministero che sarà il prossimo a essere approvato. Un elenco di opere per circa 150 milioni complessivamente destinate alle quattro regioni colpite dal sisma. ".