Text/HTML

Call us now
+123 456 7890

Progetto INNO PROVEMENT

 

Meeting on line con gli stakeholder al tempo del COVID19 – 29 maggio 2020

Il 29 Maggio, in modalità online, si è svolto il terzo tavolo di lavoro con gli stakeholders locali: i rappresentati di imprese, università e associazioni di categoria si sono confrontati sul tema “4.0 ai tempi del Covid: Una spinta alla trasformazione digitale”, presentando le loro esperienze e  riflessioni.

Dopo l’introduzione al tema dell’incontro da parte di Anna Torelli della PF Innovazione Ricerca e Internazionalizzazione, la Dott. Piera Magnatti della Fondazione Cluster Marche ha ricoperto il ruolo di moderatrice dei partecipanti al tavolo.

Di grande interesse il cappello iniziale, analisi della situazione in corso, a cura del professor Fabio Menghini, che ha evidenziato la necessità d di accelerare la trasformazione digitale al fine di mantenere la competitività e muoversi rapidamente in nuove aree e settori, in funzione dell’andamento di mercato.

Molte e varie le argomentazioni presentate dai partecipanti che hanno contributo al confronto in maniera coinvolgente e stimolante.

I referenti degli atenei marchigiani, rispondendo allo spunto di riflessione indicato dalla Regione Marche, in cui veniva chiesto loro se, e in quale modo, l’emergenza sia stata input per nuovi ambiti di ricerca, hanno testimoniato come il perdurare della situazione connessa al diffondersi del virus SARS-COV-2 sia  stato occasione di sviluppo per nuovi temi e aree di ricerca. Dopo una prima fase dedicata alla riorganizzazione sia della didattica sia delle modalità di accesso alle strutture e ai contenuti, tutti gli atenei hanno testimoniato di aver dato prova di flessibilità e prontezza nel riadattare le aree di ricerca preesistenti, usufruendo anche di collaborazioni con aziende spin off nate da progetti precedenti in diversi campi d’azione: sanitario, tecnologico e informatico.

 

Il contributo dei referenti delle associazioni di categoria ha posto l’attenzione su quanto e come investimenti precedentemente fatti in industria 4.0 e digital innovation abbiano contribuito in maniera positiva nel rispondere all’emergenza.  

Ad esempio, sono emersi i vantaggi derivati da investimenti in sistemi di e-commerce e l’efficacia degli sforzi fatti per  ripensare l’intera cultura organizzativa e manageriale in ottica di smart-working. I referenti hanno posto l’attenzione anche su alcune criticità infrastrutturali emerse in questo periodo, fra tutte, la carenza di banda larga che ha evidenziato la mancata connessione tra macchine e uomo, rendendo difficile lo sviluppo e il mantenimento di alcuni processi.

 

Risultati condivisi anche dai rappresentanti delle aziende presenti; quelle che hanno investito in industria 4.0 infatti, si sono trovate pronte, sicuramente più di altre, ad affrontare un’emergenza come questa, trasformando la necessità in punti di forza fino, in alcuni casi, a raggiungere riconoscimenti notevoli in ambito nazionale ed internazionale, dando un contributo che sicuramente sarà a favore di tutti.

Nonostante i risultati incoraggianti, non sono mancate alcune difficoltà, soprattutto dovute alla struttura del territorio marchigiano che non ha facilitato la piena funzionalità dei sistemi messi in campo dalle aziende.

 

Antonio Secchi, della PF Innovazione Ricerca e Internazionalizzazione ha chiuso l’incontro raccogliendo le testimonianze dei partecipanti e sottolineando la necessità di un ripensamento dei bandi già in essere e degli strumenti di incentivazione in funzione 4.0, fermo restando il mantenimento e il potenziamento degli strumenti che, ad oggi, si sono rivelati efficaci.

 

Agenda
 


Industria 4.0: nuove strategie di Policy delle PA europee a supporto delle attività di innovazione delle PMI. La Regione Marche partner del progetto europeo INNOPROVEMENT – programma Interreg Europe.

 

Nell'ambito del programma INTERREG EUROPE, la Regione Marche partecipa in qualità di partner di un Consorzio formato da amministrazioni pubbliche di varie regioni europee al progetto INNOPROVEMENT.

Il partenariato di INNOPROVEMENT è formato da:

 

L'industria 4.0 (I4.0) influenza le attività di innovazione delle imprese in tutta Europa in misura sempre maggiore. Le imprese che non riusciranno ad adattare la produzione o i servizi a I4.0 rischiano di perdere mercati e clienti. Il progetto INNOPROVEMENT intende assistere principalmente le PMI in modo da fornire loro un supporto per affrontare meglio le sfide che questo nuovo paradigma impone per aumentare la loro competitività.

L'esperienza dei partner suggerisce che gli strumenti politici (PI) mirati all'innovazione delle PMI spesso hanno difficoltà a supportare efficientemente la realizzazione di progetti correlati a I4.0.

Con 8 partner provenienti da 5 regioni, INNOPROVEMENT vuole fornire un contributo per migliorare le policy in favore delle PMI, indirizzando le attività di innovazione verso i nuovi requisiti stabiliti da I4.0. Questo obiettivo generale favorirà l’incremento del numero di PMI che attuano con successo l'innovazione relativa a I4.0 nelle regioni e nei paesi partner.

I partner del progetto esploreranno sette tematiche attraverso un intenso scambio di esperienze:

  1. Innovazione nel software sviluppo;
  2. Efficacia del denaro pubblico utilizzato per sostenere la R&S industriale nell’ I4.0;
  3. Introduzione di I4.0 nei settori tradizionali;
  4. Definizione di strategie politiche per l’I4.0
  5. orientamento dei bandi verso i requisiti di I4.0;
  6. metodologie di valutazione del prezzo di mercato;
  7. Definizione di una matrice di valutazione della maturità dei mercati rispetto a I4.0.

La condivisione e il trasferimento delle buone pratiche realizzate rispetto a questi 7 temi, saranno le attività centrali del progetto.

Partendo dai risultati di questa indagine i partner elaboreranno piani di azione per migliorare i loro strumenti politici. Le proposte riguarderanno principalmente la gestione di un particolare tipo di strumento: il bando pubblico per finanziare proposte progettuali.

La composizione della partnership contribuisce in modo sostanziale alla durabilità dei risultati del progetto poiché i 7 piani d'azione saranno elaborati direttamente dalle MAs e dagli IB, responsabili della gestione degli strumenti politici a cui INNOPROVEMENT si rivolge.

L'approccio di INNOPROVEMENT garantisce 4 livelli di apprendimento.

Il progetto si basa su una solida gestione del progetto ed implementa una strategia di comunicazione mirata.

 

Articoli:

-  Giugno '19 : Costituito gruppo stakeholders

 

Newsletter : 

 -   1° semestre 2018 

 

Avviso 09/07/2019

Avviso esplorativo per manifestazione di interesse

DDPF n. 254 del 05/11/2019 - Avvio procedura acquisizione servizio di supporto assistenza tecnica e capacity building

 


**English version**

 

In the framework of INTERREG EUROPE Programme, Marche Region participates as a partner of a Consortium composed of European public administrations of various European regions in the INNOPROVEMENT project.

INNOPROVEMENT partnership is composed by:

 

Industry 4.0 (I4.0) affects innovation activities of companies throughout Europe to a dynamically increasing extent. Failing to turn production or service provision adapted to I4.0 results in losing clients and markets. INNOPROVEMENT project intends to assist primarily SMEs so that they can better address the challenges this new paradigm imposes to increase their competitiveness.

 

Partners’ experience suggests that policy instruments (PIs) targeted to SME innovation often struggle to support I4.0 related projects efficiently.

With 8 partners from 5 regions, INNOPROVEMENT aims at improving SME PIs, targeting innovation activities adapting them to requirements set by I4.0. This overall objective will increase the share and number of SMEs successfully implementing I4.0 related innovation projects in the partners’ regions and countries.

7 thematic issues will be explored by partners through intense experience exchange:

  1. Innovation in software development;
  2. Effectiveness of public money used to support industrial R&D under I4.0;
  3. Introducing I4.0 to traditional industries;
  4. Definition of I4.0 public policy initiatives;
  5. Adjusting calls to I4.0 requirements;
  6. Market price assessment methodologies;
  7. Definition of an I4.0 maturity evaluation matrix.

 

Sharing transferable good practices from these 7 thematic issues will be central among project activities.

Using the outcomes partners will elaborate action plans to improve their policy instruments. Improvements of the addressed PIs (mainly calls for proposals) will take place primarily at the level of management of the instruments.

The composition of the partnership contributes substantially to durability of project results since the 7 action plans will be elaborated by MAs and IBs directly responsible for the management of PIs to which INNOPROVEMENT addresses.

INNOPROVEMENT’s approach ensures 4 levels of learning.

The project lies on a sound project management and implements a targeted communication strategy.

 

INNOPROVEMENT Kick-Off meeting, Budapest, 24.10.2018