Categorie

Tag

News

lunedì 25 novembre 2019  04:44 

La Regione Marche formerà alla cultura del project management i dipendenti coinvolti nella gestione di appalti complessi, consentendo loro di acquisire conoscenza, abilità e le necessarie competenze trasversali per seguire ogni fase del progetto e dell’opera. Coinvolti nella formazione, nell’arco di un biennio, saranno circa 90 funzionari sui 216 che già svolgono le funzioni di Rup (Responsabile unico del procedimento), appartenenti alle strutture della Giunta e del Consiglio regionale, dell’Agenzia regionale sanitaria e dell’Assam (Agenzia per lo sviluppo agricolo). Potranno conseguire la certificazione Uni “Project Manager” che attesta la trasversalità delle capacità professionali acquisite. La formazione sarà curata da Itaca (Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale) che ha come soci fondatori esclusivamente amministrazioni regionali e come presidente la vicepresidente delle Marche, Anna Casini (designata dalla Conferenza delle Regioni e Province Autonome).

L’accordo di collaborazione per l’attività formativa è stato firmato oggi a Palazzo Raffaello. “Avvieremo un aggiornamento professionale su materie altamente tecniche e specialistiche, con conoscenze giuridiche, economiche e merceologiche indispensabili per una corretta applicazione dell’innovativa materia degli appalti pubblici, a partire dal Codice dei contratti, riformato da decreto Sblocca cantieri e dall’imminente Regolamento unico - afferma Casini – Le Marche si avvarranno delle competenze di Itaca che ha già formato oltre 20 mila Rup di stazioni appaltanti italiane. L’obiettivo è creare quel linguaggio comune nazionale, perseguito dal nuovo Codice dei contratti, che i Rup possono poi utilizzare nella realizzazione di opere e servizi di particolare complessità”.

La formazione si terrà presso le aule didattiche della Giunta regionale, attraverso tre edizioni con 30 dipendenti ciascuna (40 ore formative, otto giornate d’aula di cinque ore e una verifica finale). Le tematiche trattate saranno quelle del Codice dei contratti, dello “sblocca cantieri” e dell’affidamento dei servizi sociali.