distretti cibo
1 post(s)
mercoledì 3 aprile 2024  09:44 

Si avvisa che sulla Gazzetta Ufficiale serie generale n. 74 del 28/03/2024 è avvenuta la pubblicazione del Decreto ministeriale 24 gennaio 2024 (24A01490) “Dichiarazione dell'esistenza del carattere di eccezionalità delle infezioni di peronospora (Plasmopara viticola) nel territorio della Regione Marche.

   

venerdì 29 marzo 2024  15:49 

Sottoscritto questa mattina a Tavullia il protocollo tra la Regione Marche e l’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo che formalizza la reciproca collaborazione finalizzata alla promozione, incentivazione e facilitazione della realizzazione del progetto pilota BRT – Bus Rapid Transit nella ‘bassa valle del Foglia’ lungo la direttrice Pesaro – Vallefoglia. Finanziato con 11 milioni di euro dalla Regione Marche nell’ambito del programma operativo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – FESR 2021-2027 – Azione 2.8.2 Promuovere un sistema di trasporto pubblico rapido leggero BRT light, il progetto vuole essere un primo passo verso la riconfigurazione dei servizi di mobilità e trasporto nel territorio di riferimento ed un’esperienza potenzialmente replicabile anche in altre realtà similari. Presenti alla firma tra gli altri il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, il presidente dell’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo Palmiro Ucchielli, l’assessore alle Infrastrutture Francesco Baldelli e l’assessore ai Trasporti Goffredo Brandoni.
   

giovedì 28 marzo 2024  16:20 

Il Decreto del Dirigente della Direzione Agricoltura e Sviluppo rurale n. 250 del 28 marzo 2024 modifica e sostituisce la data di scadenza per la presentazione delle domande di sostegno al bando Annualità 2023 della sottomisura 5.1, Operazione B) - Azione A) “Investimenti per azioni di prevenzione a livello territoriale contro la diffusione dell’Anoplophora glabripennis o tarlo asiatico del fusto”.

   

giovedì 28 marzo 2024  10:13 

Il Decreto del Dirigente del Settore Competitività delle Imprese - SDA MC n. 94 del 27/03/2024 modifica e sostituisce la data del 28 marzo 2024 con la nuova scadenza fissata al 31 maggio 2024 (ore 13), termine ultimo per l’invio delle istanze.

   

mercoledì 27 marzo 2024  12:39 

Si comunica che il giorno 25 marzo 2024 è stata stipulata la Convenzione relativa al Lotto 1 - CIG A00088ACC1 - Fornitura di arredi in legno, CPV 39130000-2 (Mobili per uffici) a ridotto impatto ambientale con il Fornitore ARAN WORLD S.R.L.U.

   

mercoledì 27 marzo 2024  12:30 

Si comunica che il giorno 25 marzo 2024 è stato stipulato l’Accordo Quadro relativo al Lotto 3 - CIG 9779680F3A - “Acquisto di Notebook (comprensivo di Sistema Operativo Windows integrato) di tipo base e di tipo avanzato” e al Lotto 4 - CIG 9780375CC3 - “Acquisto di Dispositivi opzionali” con il Fornitore ITD SOLUTIONS S.P.A.

   

martedì 26 marzo 2024  16:17 

Le Marche avranno un Registro delle ricette della cucina marchigiana. E’ stata approvata questa mattina in consiglio regionale la proposta di legge presentata dall’assessore all’Agricoltura Andrea Maria Antonini “Promozione e valorizzazione delle ricette e dei menù della cucina marchigiana” che all’articolo 3 istituisce un vero e proprio ricettario delle prelibatezze locali e stanzia 200mila euro su tre anni per la realizzazione dell’iniziativa. .
“Le Marche – ha spiegato l’assessore Antonini - sono regione al plurale anche a tavola: ogni città ed ogni borgo, sia sulla costa o nell’entroterra, custodiscono almeno una antica ricetta della tradizione. Al fine di valorizzare questa peculiarità e di renderla sempre più attrattiva per i turisti, la giunta ha deciso di presentare questa proposta di legge. Siamo la prima Regione in Italia ad intraprendere una iniziativa del genere. Il nostro intento – prosegue l’assessore - è quello di fornire agli operatori della ristorazione uno strumento legislativo innovativo che consenta loro di promuovere un’attività fortemente ancorata alla valorizzazione di un sistema di accoglienza che coniuga la cultura del cibo con la sua area di produzione. E’ nostra volontà accogliere tutti i suggerimenti in merito a tradizioni o ricette dimenticate. Chiunque, anche il privato cittadino, potrà presentare la sua proposta. Vogliamo creare un patrimonio culturale legato alle nostre tradizioni e fornire uno strumento di promozione a disposizione della ristorazione. L’obiettivo fondamentale - ha proseguito Antonini - è rendere il settore enogastronomico, che tanta curiosità suscita nei turisti e che nel passato è stato completamente trascurato, sempre più protagonista muovendosi nel solco della programmazione integrata tra i settori dell’agricoltura, del turismo e del commercio verso un’identità unica regionale. Per questo siamo già al terzo provvedimento, dopo quello sull’oleoturismo e sull’enoturismo. Tutto ciò senza dimenticare i vantaggi per la salute che la dieta mediterranea ha sempre garantito”.   

lunedì 25 marzo 2024  19:40 

La Regione Marche ha consegnato oggi i lavori di demolizione e ricostruzione del nuovo ospedale SS. Salvatore di Tolentino. Il progetto è stato presentato nel pomeriggio nella sala del Teatro Politeama nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti, tra gli altri, il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, il commissario alla Ricostruzione sen. Guido Castelli, l’assessore alle Infrastrutture Francesco Baldelli, l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini e il sindaco di Tolentino Mauro Sclavi.

“E' una giornata importante per la città di Tolentino – ha detto il presidente Acquaroli - ma soprattutto per la nostra regione e per la ricostruzione perché finalmente riesce a ripartire un'altra infrastruttura strategica, che vede un impegno finanziario molto importante di ben 29 milioni. Il nuovo ospedale è necessario per il rilancio della comunità e il mantenimento di servizi indispensabili. Il sisma 2016 ha bloccato e penalizzato zone essenziali per la nostra economia. Un grande dramma a cu solo una ricostruzione veloce può dare risposte. Non possiamo pensare di essere competitivi senza le zone del cratere che devono tornare più forti di prima. Con questo obiettivo stiamo lavorando, in sinergia nella filiera istituzionale e tra i professionisti. L’impennata dei costi delle materie prime ha inciso anche per questa opera, e anche grazie al governo nazionale nonostante il momento complesso con una pandemia appena trascorsa e due guerre in corso, oggi siamo qui per dare l'avvio anche a questo importante investimento per il territorio e per la nostra regione".   

venerdì 22 marzo 2024  18:15 

La Regione Marche attraverso un bando di cinque milioni di euro vuole promuovere e sviluppare i Centri commerciali naturali con l’obiettivo di rivitalizzare il territorio comunale con interventi che incentivino una presenza commerciale di qualità, capace di attrarre l’interesse turistico e culturale del luogo. Il bando è stato presentato questo pomeriggio dall’assessore al Commercio Andrea Maria Antonini nella Sala dei Salvi di Palazzo dei Capitani. 

   

venerdì 22 marzo 2024  14:38 

La Struttura commissariale dell’emergenza alluvione 2022 ha avviato negli scorsi giorni l’erogazione dei ristori per i privati, cittadini e imprese, che hanno subito danni a causa della calamità, per i quali sono ancora aperti i termini di presentazione delle domande.
Il primo decreto di pagamento emesso è relativo ad alcune richieste provenienti dal Comune di Ostra, per un importo di poco superiore ai 400.000 euro, riferiti alle istanze istruite ad oggi dal Comune e verificate dalla Struttura commissariale.

"Si avvia la seconda fase di erogazione dei ristori, per coloro che hanno subito danni più ingenti a causa dell’alluvione del 2022 – spiega il presidente della Regione e commissario all’emergenza, Francesco Acquaroli –. Una risposta che arriva grazie ai fondi stanziati tempestivamente dal Governo che ci hanno permesso di affrontare la prima emergenza, i ristori per famiglie e imprese e soprattutto il piano delle opere strutturali per la messa in sicurezza del territorio. Con il vicecommissario Babini abbiamo lavorato per avviare l’erogazione dei ristori quando sono ancora aperte le istanze per farne richiesta. È un processo che coinvolge in sinergia cittadini e imprese, enti locali e Struttura commissariale e regionale, con l’obiettivo di restituire sicurezza e prospettive al territorio già in passato colpito da altre alluvioni”.