ATIM - Agenzia per il Turismo e per l'Internazionalizzazione delle Marche

Let's Marche
Let's Marche
Let's Marche
Let's Marche
Let's Marche
Let's Marche
Let's Marche
Let's Marche

Quick links

Gli atti dell'Atim sono disponibili al seguente link:

Amministrazione Trasparente

I bandi e i concorsi Atim sono disponibili al seguente link:

Bandi e Concorsi Atim 

News

martedì 14 maggio 2024
Grazie al nuovo vessillo conquistato da Porto Sant’Elpidio salgono a 19 le Bandiere Blu che sventoleranno questa estate sulle coste marchigiane. Questa mattina come ogni anno, la Fee (Foundation for Environmental Education) ha reso note le località italiane che per il 2024 potranno fregiarsi del prestigioso riconoscimento, che tiene conto della qualità
delle acque di balneazione ma anche della pulizia delle spiagge e dei servizi offerti.
I Comuni marchigiani che nel 2024 hanno ottenuto la Bandiera Blu sono quindi: Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo-Marotta, Senigallia, Ancona-Portonovo, Sirolo, Numana, Porto Recanati, Potenza Picena, Civitanova Marche, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio, Fermo, Altidona, Pedaso, Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto del Tronto.
Una grande soddisfazione per il presidente della Regione Marche e assessore al Turismo per l'importanza del riconoscimento che viene riconfermato e ampliato. Strategia prioritaria dell'amministrazione regionale è infatti quella di garantire a cittadini e visitatori servizi di accoglienza di qualità in un paesaggio tutelato, protetto e conservato, all'insegna della sostenibilità e del benessere.
La bandiera blu è un riconoscimento che viene conferito da ben 38 anni dalla Fee (Foundation for Environmental Education) alle località costiere europee che soddisfano 33 severi criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto, tenendo in considerazione ad esempio la pulizia delle spiagge, gli approdi, le aree pedonali, le piste ciclabili, l’arredo urbano curato e le aree verdi, la raccolta e gestione dei rifiuti, il livello dei servizi delle spiagge e l’ospitalità alberghiera all’impegno delle amministrazioni per l’educazione ambientale di giovani, turisti e residenti.