Text/HTML

Call us now
+123 456 7890

Attività Produttive

Contatti

Marco Moscatelli 

Referente 

Tel. 0718063745 

marco.moscatelli@regione.marche.it

Artigianato

  L’artigianato,  è depositario di tradizioni, di idee, di valori e di tecniche professionali che tende a trasmettere ad altri avvicinando in tal modo i cittadini al mondo dell’impresa coniugando l’operosità con l’ingegno, la fantasia con il rigore, la tradizione con l’innovazione. 

  L’attuale contesto economico, sempre più segnato da dinamiche globalizzanti, sembrerebbe lasciare ben poco spazio alla peculiarità dell’impresa artigiana che è così tanto radicata nei singoli territori di appartenenza. Ma è proprio qui che questo tipo di impresa ha dimostrato e sta dimostrando di sapersi adattare: orientandosi alla ricerca, alla qualità e all'innovazione, essa ha potuto rispondere alle nuove esigenze richieste dalla competizione globale.

  I risultati dal mondo dell’artigianato sembrano in grado di testimoniare un’invidiabile capacità di adattamento e di risposta ai cambiamenti sociali oltre che a quelli strettamente economici e tutto ciò costituisce la vera conferma del suo irrinunciabile ruolo nella crescita e nella qualificazione del sistema economico regionale prima ancora che nazionale.

  Nella regione marche il settore è disciplinato dalla  legge regionale 28 ottobre 2003 n.20 “ Testo unico delle norme in materia industriale, artigiana e dei servizi alla produzione” dove sono previsti gli incentivi a favore dell’artigianato con particolare riferimento a quello artistico, tipico e tradizionale e la disciplina per la tenuta dell’ albo delle imprese artigiane

Procedure telematiche per l'iscrizione all'Albo Imprese Artigiane

Con l’entrata in vigore della L.R. n.7 del 29 aprile 2011 si è completata l’introduzione nel sistema normativo regionale delle procedure di semplificazione in materia di iscrizioni, modifica e cancellazione dall’Albo delle Imprese Artigiane.

La norma stabilisce che anche le modifiche  e le cancellazioni, così come le iscrizioni, devono avvenire su dichiarazione del legale rappresentante dell’impresa ed inviate tramite le procedure telematiche integrate con la Comunicazione Unica.

La Regione Marche ed il Ministero dello Sviluppo Economico hanno sottoscritto il 15 giugno 2011, in attuazione dell’art. 1 del DPCM 6 maggio 2009 e dell’art. 28 della L.R. 20/2003,  l’Intesa per l’estensione della Comunicazione Unica all’artigianato .
Pertanto da tale data le comunicazioni per l’iscrizione, la modifica e la cancellazione dall’Albo delle Imprese Artigiane dovranno essere inviate esclusivamente con le procedure telematiche integrate con  la Comunicazione Unica.

Modulistica Comunicazione Unica:

I moduli che potranno essere allegati alle pratiche inviate tramite Comunicazione Unica sono disponibili in formato PDF editabile nel menù Servizi alla pagina 
Sportello Unico Attività Produttive ( SUAP)

Qualora la pratica venga firmata digitalmente da un soggetto intermediario diverso dal soggetto titolare della impresa o società artigiana, occorrerà includere tra gli allegati la scansione digitale in PDF di una 
procura legale che dia titolo a tale firma.


Liste artigiani:

Artigiani provincia di Ancona
Artigiani provincia di Ascoli
Artigiani provincia di Fermo
Artigiani provincia di Macerata
Artigiani provincia di Pesaro


Informazioni utili:

Mestiere artistico e tradizionale
Tabella Bolli e Diritti di segreteria per le imprese individuali
Tabella Bolli e Diritti di segreteria per le società
Decreto M.I.S.E. 01/01/2010 diritti di segreteria 2010 
DGR n. 1073 del 25/07/2011 - Modalità organizzative per la tenuta dell'Albo delle Imprese Artigiane.
DGR n. 1074 del 25/07/2011 - Modalità degli accertamenti e dei controlli relativi all'iscrizione, modifica e cancellazione dall'Albo delle Imprese Artigiane

Agenzia delle Entrate - Imposta di bollo - 
Risposta Interpello della Regione Marche 
Agenzia delle Entrate
 - Risposta interpello in materia di tassa di concessione governativa

Elenco parentele e affinità dei collaboratori familiari 
Elenco indirizzi PEC dei Comuni delle Marche e rispettivi responsabili SUAP 

Regole tecniche e normativa del servizio Posta Raffaello Emarche (la PEC utilizzata dalle C.P.A. e dalle altre amministrazioni pubbliche marchigiane) 

Manuale operativo Posta Raffaello

Informazioni utili sulla Carta Raffaello e la firma digitale per i cittadini e le amministrazioni pubbliche della regione Marche 
L.R. 20/2003 – Testo coordinato pubblicato sul B.U.R. n 41 del 12/05/2011

 
Software utile: 

Scarica il software gratuito DiKe per la firma digitale ( link al sito Infocert)  
Scarica i programmi di compressione/decompressione files, quali 
WINRAR o WINZIP o 7ZIP

Assistenza:


Albo imprese artigiane Ancona 071/8063475 - 071/8063460 - 071/8063469
marco.moscatelli@regione.marche.it  PEC cpa.ancona@an.legalmail.camcom.it
Albo imprese artigiane Ascoli Piceno 0736/332931 
daniela.malavolta@regione.marche.it PEC cpa.ascolipiceno@ap.legalmail.camcom.it
Albo imprese artigiane Fermo 0734/2232536
daniela.malavolta@regione.marche.it PEC cpa.fermo@fm.legalmail.camcom.it
Albo imprese artigiane Macerata 0733/2932289  - 0733/2932286
alessandra.brunori@regione.marche.it PEC cpa.macerata@mc.legalmail.camcom.it  
Albo imprese artigiane Pesaro 0721/639102 
roberta.fiorucci@regione.marche.it PEC cpa.pesaro@ps.legamail.camcom.it 

 

Servizio Artigianato 071/8063620 loretta.ascani@regione.marche.it

Servizio Artigianato 071/8063745 marco.moscatelli@regione.marche.it


La Regione Marche ha assegnato un ruolo importante all'Artigianato Artistico e Tipico di Qualità con l’obiettivo di salvaguardare e rilanciare lavorazioni artigianali di prestigio e, nel contempo, offrire opportunità professionali a giovani motivati, capaci di reinterpretare il passato attraverso le tendenze culturali ed estetiche del presente.

Con la L.R. n.20/2003 è  stata istituita la figura del maestro artigiano. I requisiti per il conseguimento della qualifica sono i seguenti: iscrizione dell’impresa all’Albo provinciale sezione " Marche Eccellenza Artigiana; anzianità professionale di almeno quindici anni; adeguato grado di capacità professionale; 
elevata attitudine all’insegnamento del mestiere; perizia ed attitudine all’insegnamento professionale. 
La Commissione regionale per l’artigianato pubblica annualmente l’elenco dei maestri artigiani. 
La Regione riconosce come bottega-scuola l’impresa artigiana che dimostri di essere in grado di contribuire alla formazione professionale degli allievi attraverso le competenze del maestro artigiano. Le botteghe-scuola, previo accordo con un ente di formazione accreditato, partecipano alla formazione artigiana che attesta una produzione con caratteristiche superiori agli standard vigenti. La Regione conferisce, su richiesta dell’interessato, l’indicazione di “Bottega di artigianato d’arte”.

collegamento a video eccellenza artigiana 
 Video artigianato marchigiano

RIFERIMENTI NORMATIVI


MODULISTICA


 

CONTATTI

Elenco Maestri artigiani Regione Marche
Elenco Botteghe scuola Regione Marche

 
Marco Moscatelli -  Tel. 071 8063745 -  marco.moscatelli@regione.marche.it

Con l’approvazione del quadro attuativo della L.R.20/2003 anno 2016 ( DGR. n. 750 del 18.07.2016 ) sono state messe a punto le misure a favore delle imprese artigiane.


  • Intervento :  digitalizzazione delle imprese artigiane 

Obiettivo: favorire il rafforzamento del nostro tessuto produttivo stimolando  tramite la concessione di vaucher i processi di digitalizzazione delle nostre imprese artigiane favorendo l’introduzione delle nuove tecnologie, la messa a punto degli strumenti informatici per i collegamenti ad internet e alla banda larga al fine del collegamento tra imprese per la creazione delle filiere lunghe e la gestione delle vendite tramite il commercio elettronico.

Soggetti beneficiari :imprese artigiane

Documenti: Decreto - ProrogaBando - Allegato domanda - Procura - Modalità compilazione


  • Intervento: creazione di nuove imprese artigiane:

obiettivo: favorire alla nascita nuove attività artigiane avviate da donne e giovani disoccupati.

Soggetti beneficiari: nuove imprese artigiane

 Documenti: Decreto - BandoAllegato domanda -  Procura - Modalità compilazione


Artigianato artistico, tipico e tradizionale.

  • Intervento: acquisto macchinari e brevetti

Obbiettivo: rafforzare l’impresa.

Soggetti beneficiari: impresa artigiane del settore artigianato artistico tipico e tradizionale

Documenti: Decreto - Proroga - BandoAllegato domanda - Procura - Modalità compilazione


  • Intervento: commercializzazione dei prodotti

Obiettivo: vendita dei prodotti tramite il commercio elettronico, la partecipazione a manifestazioni fieristiche e campagne pubblicitarie

Soggetti beneficiari: impresa artigiane del settore artigianato artistico tipico e tradizionale

Documenti: Decreto - ProrogaBando - Allegato domanda -  Procura - Modalità compilazione


  • Intervento: allestimento centri di vendita

Obiettivo: creazione di punti vendita nei comuni di alta affluenza turistica dove saranno esposti i loro lavori, dove gli stessi potranno far vedere ai frequentatori  tramite dimostrazioni dal vivo o portare direttamente il turista presso la bottega con visite guidate.

Soggetti beneficiari: aggregazioni di imprese e/o reti d’impresa

 Documenti: Decreto - Bando - Allegato domanda -  Procura - Modalità compilazione


  • Intervento : allestimento location

Obiettivo: creazione di location destinate alla vendita e la promozione delle eccellenze artigiane

Soggetti beneficiari: associazioni di categoria del comparto artigiano

Documenti: Decreto - Bando -  Allegato domanda -  Procura - Modalità compilazione


 L.R. 20/2003 ART. 25 DGR 1119/2016 - anno 2016 – Animazione economica, informazione e monitoraggio


Documenti:

 - DDPF. n. 79/ICT del 4/10/2016

 - Istruzioni compilazione domanda

 Modulistica : 

 - Allegato 1 - schema unificato domanda

 - Allegato 2  -  relazione progetto

 - Procura speciale





Con l’approvazione del quadro attuativo della L.R.20/2003 anno 2016 ( DGR. n. 750 del 18.07.2016 ) sono state messe a punto le misure a favore delle imprese artigiane. 

Con DDPF n. 451 del 30/11/2016 si è stabilito di prorogare di 60 giorni i termini di conclusione dei procedimenti riferiti alla concessione di contributi di cui alla L.R.20/03 art.14 lett. C e G Artigianato artistico tipico e tradizionale e L.R. 28/2015 art. 9 lett. F digitalizzazione delle imprese – ANNO 2016

 

  • Intervento :  digitalizzazione delle imprese artigiane 

Obiettivo: favorire il rafforzamento del nostro tessuto produttivo stimolando  tramite la concessione di vaucher i processi di digitalizzazione delle nostre imprese artigiane favorendo l’introduzione delle nuove tecnologie, la messa a punto degli strumenti informatici per i collegamenti ad internet e alla banda larga al fine del collegamento tra imprese per la creazione delle filiere lunghe e la gestione delle vendite tramite il commercio elettronico.

Soggetti beneficiari :imprese artigiane

Documenti: Decreto - ProrogaBando - Allegato domanda - Procura - Modalità compilazione

DDPF n. 59 del 28/02/2017 - Proroga termini conclusione del procedimento

DDPF n. 84 del 30/03/2017 - Approvazione graduatoria

DDPF n. 230 del 21.09.2017 - Concessione contributi

Allegato A - Ammesse

Allegato B - Escluse

 

  • Intervento: creazione di nuove imprese artigiane:

obiettivo: favorire alla nascita nuove attività artigiane avviate da donne e giovani disoccupati.

Soggetti beneficiari: nuove imprese artigiane

 Documenti: Decreto - Bando - Allegato domanda -  Procura - Modalità compilazione 

 DDPF n. 50 del 21.02.2017 - Approvazione graduatoria

 DDPF n. 239 del 28.09.2017 - Concessione contributi

 Allegato A - Elenco Ammesse

 Allegato B - Elenco Escluse


Artigianato artistico, tipico e tradizionale.

  • Intervento: acquisto macchinari e brevetti

Obbiettivo: rafforzare l’impresa.

Soggetti beneficiari: impresa artigiane del settore artigianato artistico tipico e tradizionale

Documenti: Decreto - Proroga - Bando - Allegato domanda - Procura - Modalità compilazione

DDPF n. 58 del 28/02/2017 - Approvazione graduatoria

Allegato A - Graduatoria domande 

 

  • Intervento: commercializzazione dei prodotti

Obiettivo: vendita dei prodotti tramite il commercio elettronico, la partecipazione a manifestazioni fieristiche e campagne pubblicitarie

Soggetti beneficiari: impresa artigiane del settore artigianato artistico tipico e tradizionale

Documenti: Decreto - ProrogaBando - Allegato domanda -  Procura - Modalità compilazione

DDPF n. 57 del 28/02/2017 -  Approvazione graduatoria

Allegato A - Graduatoria domande

 

  • Intervento: allestimento centri di vendita

Obiettivo: creazione di punti vendita nei comuni di alta affluenza turistica dove saranno esposti i loro lavori, dove gli stessi potranno far vedere ai frequentatori  tramite dimostrazioni dal vivo o portare direttamente il turista presso la bottega con visite guidate.

Soggetti beneficiari: aggregazioni di imprese e/o reti d’impresa

 Documenti: Decreto Bando - Allegato domanda -  Procura - Modalità compilazione

 

  • Intervento : allestimento location

Obiettivo: creazione di location destinate alla vendita e la promozione delle eccellenze artigiane

Soggetti beneficiari: associazioni di categoria del comparto artigiano

Documenti: Decreto - Bando -  Allegato domanda -  Procura - Modalità compilazione

La Giunta Regionale, con propria  deliberazione n. 1325 del 03/11/2016, in attuazione alla  delibera Consiglio Ministri 28 luglio 2016, ha provveduto ad approvare  i criteri e le modalità tecniche per la gestione delle domande di contributo previsti dall'art. 2 Ordinanza D.P.C. n. 378/2016, per favorire la ripresa delle attività produttive danneggiate dagli eventi calamitosi verificatesi nel territorio della Regione Marche nel novembre e dicembre 2013, maggio 2014 e marzo 2015.

 Il Decreto Dirigente  Posizione di Funzione liberalizzazione e semplificazione delle attività di impresa n. 385 del 07/11/2016 modificato con DDPF 436 del 21/11/2016 che verrà pubblicato sul Bollettino della Regione Marche del 10 novembre 2016, ha   approvato    i termini,  le modalità operative e la  relativa modulistica  per la presentazione delle domande di cui sopra.

 A tal riguardo si precisa che le istanze  dovranno essere presentate, esclusivamente,  secondo le modalità di cui all'appendice 1 e con  la modulistica di cui all'allegato A),del decreto sopra citato  e  con i seguenti allegati:

a) Procura speciale per la presentazione della domanda di cui all'allegato A1),-se necessario-;

b) Perizia Tecnica  Asseverata   di cui all'allegato  B);  

 Con  DDPF n. 56 del 28/02/2017  sono stati prorogati di 30 gg i termini per la conclusione dei procedimenti riferiti alla concessione di contributi di cui alla OCDPC 378/2016

 

Responsabile del procedimento è Loretta Ascani funzionario nell’ambito della Posizione di Funzione Liberalizzazione semplificazione delle attività di impresa tel. 071/8063620 fax 071/8063701 e- mail loretta.ascani@regione.marche

 Elenco Istanze accolte  

  Elenco Istanze escluse     

 

 - Casella PEC regione.marche.semplificazioneattivitaimpresa@emarche.it

 

 

Il contrassegno di qualità delle produzioni artistiche, tipiche e tradizionali delle Marche potrà essere abbinato ad altri loghi che identificano le lavorazioni dell’eccellenza marchigiana. Lo ha stabilito la Giunta regionale che ha modificato il regolamento del marchio “1M – Marche eccellenza artigiana”. 

Una scelta, secondo l’assessora alle Attività produttive, Manuela Bora, “di grande significato e valore, in quanto esalta la creatività delle nostre produzioni, rendendole identificabili sul mercato e offrendo ai consumatori prodotti di indubbio valore qualitativo che provengono dal recupero di antichi mestieri e che racchiudono elevati contenuti di professionalità artigiana”. 

L’uso del marchio “1M” è riservato alle imprese artigiane iscritte in un apposito albo. Può essere utilizzato nelle iniziative commerciali o pubblicitarie, negli stand presso fiere ed esposizioni. Un utilizzo in esclusiva che ora può essere abbinato agli altri loghi identificativi della qualità marchigiana, come – a titolo di esempio – cappelli, argenteria, ceramisti che hanno propri marchi identificativi.