Regione Utile  /  Agricoltura Sviluppo Rurale e Pesca  /  Sviluppo Rurale 2023-2027  /  Comitato Monitoraggio

Il Piano Strategico della PAC (PSP) 2023-27 dell’Italia, approvato con Decisione C(2022) n.8645 del 02/12/2022 della Commissione Europea, prevede:

una Autorità di gestione nazionale, con funzioni di coordinamento di tutti gli interventi del Piano e di programmazione e gestione degli interventi del “primo pilastro” (pagamenti diretti e interventi settoriali), e

- Autorità di gestione regionali, cui è affidata la responsabilità della gestione degli interventi di sviluppo rurale, che nel testo del PSP sono costruiti come “interventi nazionali con specifiche regionali”, ad eccezione della gestione del rischio, di competenza nazionale.

Il capitolo 7 del PSP 2023-27 dell’Italia, individua i soggetti principali per l’attuazione degli interventi di sviluppo rurale (FEASR) tra cui i comitati di monitoraggio regionali cui sono applicate, mutatis mutandis, le disposizioni previste per il comitato di monitoraggio nazionale per quanto riguarda gli elementi stabiliti a livello regionale.

 

Il comitato di monitoraggio regionale esamina in particolare:

a) i progressi compiuti nell’attuazione del Complemento regionale per lo Sviluppo Rurale (CSR);

b) le problematiche che incidono sull’efficacia dell’attuazione del CSR e le azioni adottate per farvi fronte, compresi i progressi verso la semplificazione e la riduzione degli oneri amministrativi per i beneficiari finali;

c) i progressi compiuti nelle valutazioni riferibili al CSR;

d) l’attuazione delle azioni di comunicazione e pubblicità del CSR.

 

Il Comitato di monitoraggio regionale inoltre fornisce in particolare il proprio parere su:

a) la metodologia e i criteri usati per la selezione delle operazioni;

b) eventuali proposte dell’Autorità di gestione per la modifica del CSR.

 

Ai sensi dell’art. 124 c.2 la composizione del comitato di monitoraggio assicura una rappresentanza equilibrata delle autorità pubbliche competenti, degli organismi intermedi, delle parti economiche e sociali compresi i rappresentanti del settore agricolo, degli organismi della società civile compresi, se del caso, gli organismi che promuovono la parità di genere, l’inclusione sociale, ecc.

Con DGR n. 327 del 13.03.2023, ai sensi dell'art.124 c.5 del Reg.Ue 2115/2021, è stato istituito il Comitato di Monitoraggio del Complemento regionale per lo Sviluppo Rurale del Piano Strategico nazionale della PAC 2023- 2027 della Regione Marche (di seguito anche CSR Marche). Con DDD 176 del 17.03.2023 è stata definita l’articolazione di dettaglio di ciascun componente del Comitato. Successivamente la composizione del Comitato di Monitoraggio è stata integrata con DGR 409 del 27.03.2023 e di conseguenza il DDD  205 del 31.03.2023 è andato ad integrare l'articolazione dei componenti.

  Di seguito è possibile consultare gli atti del Comitato di monitoraggio regionale.

 

Anno 2023

 

 

È possibile consultare i criteri di selezione degli interventi del Complemento Regionale per lo Sviluppo Rurale del Piano Strategico Nazionale della PAC 2023-2027:

 

- Criteri di Selezione aggiornati alla chiusura della procedura scritta avviata il giorno 02 novembre 2023 e conclusa il 20 novembre 2023