L8 PER IL FUTURO

Da un concerto si torna senza voce non senza vita

CHI SIAMO NOI DEL CO.GE.U. - (Comitato Genitori Unitario)

Il CoGeU Comitato dei Genitori unitario è nato spontaneamente e in poche settimane per volontà di alcuni genitori provenienti da tutti gli istituti scolastici di primo e secondo grado di Senigallia. All’indomani della tragedia della Lanterna Azzurra ci siamo ritrovati attorno ad un tavolo per capire quello che era successo ai nostri ragazzi, sconvolti da quella tragedia così come era stata sconvolta tutta la comunità.

Eravamo profondamente colpiti e spaventati perché avevamo i figli quella sera alla Lanterna Azzurra, o perché i nostri ragazzi erano stati compagni di banco, di calcio, di danza, di pallavolo, di scuola… di Emma, Asia, Benedetta, Daniele, Mattia o della giovane mamma Eleonora. Tutti avevamo bisogno di riflettere perché coinvolti in una tragedia più grande di noi e di difficile gestione per tutti.

Quindi abbiamo iniziato i nostri incontri con una frequenza regolare, condividendo un percorso di aiuto e di riflessione anche con gli psicologi, gli enti locali e sanitari, il mondo del volontariato, le scuole, per cercare di capire e di dare delle risposte positive ai nostri ragazzi e con l’obiettivo di superare questo grande momento di difficoltà.

Il nostro scopo immediato è stato quello di collaborare con e per i nostri ragazzi, per aiutarli ad elaborare il lutto, per garantire il loro diritto alla socialità e allo stare insieme in ambienti sani ed adatti alla loro età e per superare le fragilità legate all’età adolescenziale. Abbiamo organizzato un convegno “Adolescenti: istruzioni per l’uso” con le psicologhe del territorio e del dipartimento di Torrette, sul delicato tema delle crisi negli adolescenti.

In collaborazione con il cinema “Gabbiano”, abbiamo scelto una rassegna di film dedicati ai ragazzi aventi per tema l’inclusione, la crescita, le difficili e critiche relazioni tra coetanei: In viaggio con Adele. Dafne e Likemeback.

Ci siamo impegnati oltre che sul sociale anche in tema di sicurezza e nel giro di poco tempo abbiamo iniziato un confronto e un rapporto di collaborazione con il Garante dei diritti della persona Andrea Nobili e i rappresentanti delle associazioni di categoria dei locali da ballo.

A giugno abbiamo firmato in Regione, il codice etico dell’intrattenimento, documento che rappresenta per noi un punto di partenza per garantire un diritto al divertimento sicuro insieme al Garante e al Direttore Commerciale Marche Centrali Polacco della Confcommercio.

Abbiamo avviato un discorso molto costruttivo con il Presidente dell’ Assemblea legislativa Antonio Mastrovincenzo e l’assessore al lavoro e all’istruzione Loretta Bravi e con i rappresentanti delle associazioni di categoria, concluso con l’attivazione di corsi destinati alla formazione dei personale addetto alla sicurezza nei locali da ballo.

Ma già dai primi mesi dopo la tragedia abbiamo iniziato a pensare ad un grande evento che partisse da quello che ci aveva profondamente colpiti e si concludesse con attività, percorsi, confronti che lanciassero un messaggio di speranza per il futuro e per le nuove generazioni.

Ed ecco l’evento “L8 per il futuro” – da un concerto si torna senza voce e non senza vita”.

Al mattino, dopo la messa in Cattedrale, presenteremo il Codice etico, uno strumento volontario rivolto alle discoteche perché la responsabilità degli adulti sia di garanzia al diritto al divertimento dei giovani.

La parte più dedicata ai ragazzi è quella del pomeriggio, alla discoteca Mamamia a cura di ScuolaZoo, un collettivo studentesco con sede a Milano, molto vicino ai giovani per la presenza dei loro ragazzi nelle scuole secondarie di tutto il territorio nazionale.

Anche la scelta di una discoteca del territorio non è casuale, perché, unendo le forze, possiamo dimostrare che anche i locali di intrattenimento possono essere luoghi sicuri. L’evento della sera è volutamente articolato e comprende momenti dedicati alle vittime, altri occupati da musica dal vivo dei ragazzi del territorio seguiti da spunti di riflessione con letture scelte anche dai ragazzi.

La parte finale della giornata si conclude con un vero e proprio concerto dal titolo “Riprendiamoci la musica” che vede protagonisti Rkomi, Ernia e Tredici Pietro, proprio perché la musica occupa una parte tanto importante nei giovani.

Siamo arrivati a questo grande progetto che coinvolge le istituzioni, gli adulti ma in modo particolare i ragazzi perchè da loro siamo partiti, lavorando in collaborazione e condividendo idee, incontri e tanto tempo.

Proprio la forza e l’energia dei ragazzi è stata la nostra bussola nel percorso fatto sin qui. Certamente molte cose potevano essere fatte meglio: spesso, come principianti, ci siamo cimentati in campi nuovi per tutti noi. Ma lungo questo cammino si è creato un gruppo che ha imparato a conoscersi e ad apprezzarsi, un gruppo sempre aperto a chi volesse aderire, perché scoprire come essere genitori e come esserlo insieme è interessante e soprattutto è un’indicazione di cammino dall’orizzonte infinito!

Co.Ge.U - Comitato Genitori Unitario di Senigallia

Via d’Aquino, 4 – 60019 Senigallia (AN)

c/o Istituto Tecnico Economico e Tecnologico Corinaldesi

CF.92047150427

e-mail: comitatogenitoriunitario@gmail.com

hd porno
rokettube turk porno adana vip escort sex izle eryaman sincan escort
elazig escort
maltcasino vdcasino tv
bonus veren siteler