lunedì 1 giugno 2020  08:00 

 

Per continuare ad assistere e guidare i giovani nella formazione personale e nella ricerca di esperienze professionalizzanti che possano aiutarli ad entrare nel mondo del lavoro, le associazioni giovanili hanno bisogno, oggi più che mail, di un un sostegno concreto da parte delle istituzioni

 

Per questo motivo, la Commissione europea ha recentemente pubblicato il bando "European Youth Together" 2020 (giovani europei uniti 2020) nel quadro del programma Erasmus+ e che prevede lo stanziamento di 5 milioni di EURO, a sostegno delle reti europee di organizzazioni giovanili operanti sul territorio UE

 

Il bando è pensato per tutte le ONG europee che sono in grado di proporre progetti che coinvolgono almeno 5 partner di 5 paesi in grado di mobilitare i giovani in partenariati nei paesi partecipanti al programma Erasmus+.

 

Mariya Gabriel, Commissaria per l'Innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e i giovani, ha dichiarato: "La pandemia di COVID-19 ha effetti negativi sulle prospettive sociali ed economiche dei giovani ed è essenziale garantire loro il sostegno delle organizzazioni giovanili in questo momento e nel lungo periodo. Il settore giovanile può intraprendere azioni positive e partecipare a una ripresa sostenibile a lungo termine. Il bando pubblicato oggi è focalizzato sul sostegno alle organizzazioni giovanili, affinché possano agire nel campo della partecipazione inclusiva e della solidarietà, anche in linea con le sfide connesse alle competenze digitali e agli stili di vita rispettosi dell’ambiente.

 

Il termine per la presentazione dei progetti è il 28 luglio 2020.

Maggiori informazioni sulla risposta del programma Erasmus+ alla crisi sono reperibili qui e qui.