News

mercoledì 11 dicembre 2019  09:51 

Dal 22 Novembre 2019 al 2 Febbraio 2020, all'Aeroporto delle Marche (Terminal Arrivi)  la mostra "Raffaello Sanzio: Una Mostra Impossibile" presenta in un unico spazio espositivo, sotto forma di riproduzioni in dimensione reale, ad altissima definizione e leggermente retroilluminate i 45 principali capolavori del Grande Maestro Urbinate, che ne rappresentano l’opera completa. I dipinti di Raffello - compreso l’affresco de La Scuola di Atene - riprodotti in scala 1:1 e riuniti insieme, permettendo così di ammirare in un unico allestimento opere disseminate in 17 paesi diversi, un’impresa che non riuscì nemmeno allo stesso artista.

L’esposizione sarà oggetto di un tour che supererà i confini nazionali, passando per Bruxelles, Parigi, Ekaterinburg, Mosca, Sofia, Monaco di Baviera, Francoforte e Vienna.

La mostra, è ideata e curata da Renato Parascandolo e con la direzione scientifica di Ferdinando Bologna recentemente scomparso.

Una carriera folgorante quella di Raffaello, morto a soli 37 anni, che la mostra racconta affiancando riproduzioni di opere provenienti dai maggiori musei del mondo con l’obiettivo di rivolgersi prevalentemente ai giovani e a quanti non frequentano abitualmente i musei e le esposizioni d’arte, permettendo a un pubblico vasto e allargato di avvicinarsi ai più grandi autori della storia dell’arte - in questo caso a Raffaello - e portare i visitatori alla scoperta di un territorio ricco di fascino, storia e tradizioni culturali ed eno-gastronomiche, partendo proprio da Urbino, città natale di Raffaello Sanzio, nonché Patrimonio Unesco.

Per la prima volta in assoluto, la Mostra impossibile consentirà ad una moltitudine di visitatori, di ogni parte d’Europa, di ammirare, l’una accanto all’altra, tutte le opere del Principe delle Arti, che diviene uno straordinario ambasciatore dell’arte e della cultura del nostro paese e dei suoi luoghi natii, Urbino, una delle capitali del Rinascimento italiano.

Sito ufficiale della mostra: www.mostreimpossibili.it

Altri Link di approfondimento:

Le opere di Raffaello esposte alla mostra

Per saperne di più