News ed Eventi

giovedì 30 luglio 2020  14:44 

La Regione stanzia nuovi fondi per la concessione di voucher formativi e favorire la partecipazione ai corsi di laurea triennale a orientamento professionale.  

 

Nel corso di una conferenza stampa indetta lo scorso 23 luglio presso la sede del Centro per l’Impiego di Pesaro, il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e l’Assessore all'Istruzione, alla Formazione e al Lavoro Loretta Bravi hanno annunciato il rilascio di nuovi fondi, nell'ambito del POR Marche FSE 2014/2020, per sostenere l’Istruzione Superiore e favorire l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani diplomati residenti nel territorio marchigiano.

“L’obiettivo è quello di sperimentare – ha spiegato Ceriscioli -. Da una parte c’è l’Università con le sue lauree ed i suoi corsi che ha una importantissima tradizione e dall'altra c’è il mondo professionale, quello dei corsi superiori tecnici: poi c’è una via di mezzo tra questi due mondi, promossa dall'Università, ed è costituita da questi corsi di laurea ad impatto fortemente professionalizzante. In questi casi l’ultimo anno si svolge in azienda con un modo di intendere la preparazione universitaria, più aderente, soprattutto ad una realtà come la nostra manifatturiera e tecnica. Un incontro con il mondo delle imprese inusuale che vogliamo provare anche noi nelle Marche con un investimento in termini di sperimentazione per favorire l’occupazione dei nostri giovani e l’Università Politecnica delle Marche adotterà questa opzione. Ritengo sia un modo molto interessante di continuare a lavorare per dare ai ragazzi sempre nuove opportunità di laurearsi e trovare occupazione e di poterlo fare con quella qualità e quell'innovazione che l’impresa richiede”.

Con questo nuovo intervento la giunta stanzia 420mila euro per la concessione di 100 voucher formativi, come contributo sui costi di iscrizione a corsi professionalizzanti, per un valore massimo di € 1.600 per l’iscrizione al primo e al secondo anno del corso di laurea e di € 1.000 per il terzo anno di iscrizione. Un sistema che consente di coprire fino all’80% dei costi di iscrizione ai corsi triennali, per un importo complessivo massimo di € 4.200 a studente (qualora gli importi richiesti fossero inferiori a questi massimali, il numero di voucher messi a disposizione potrebbe aumentare, pur rimanendo sempre nel tetto delle risorse stanziate complessivamente).

L’Assessore Bravi ha dichiarato: “I corsi di laurea professionalizzanti sono corsi che prevedono due anni di studio tradizionale e uno, l’ultimo, di pratica presso studi professionali o aziende. L’obiettivo è formare professionisti necessari alle nuove esigenze di Industria 4.0 o a settori come l’edilizia, la sicurezza, l’agroalimentare. I corsi in oggetto sono considerati “altamente professionalizzanti” in quanto nascono in stretta correlazione con il mondo del lavoro e soprattutto con le professioni disciplinate a livello nazionale a partire da quelle ordinistiche. Infatti, in questo ambito le Università stipulano convenzioni con le imprese e/o con gli ordini e collegi professionali, per poter realizzare il terzo anno del corso di laurea che dovrà svolgersi esclusivamente presso le imprese. Il requisito essenziale è proprio il tirocinio svolto presso le imprese o le loro associazioni o ordini professionali, durante il terzo anno di corso che consente di acquisire da un minimo di 50 CFU ad un massimo di 60 CFU. Alla conclusione dei tre anni di corso, che prevede il conseguimento di 180 crediti, lo studente consegue il titolo equivalente alla laurea triennale”.

Quando richiedere i voucher?

La domanda per la richiesta del voucher potrà essere presentata prima dell’inizio del corso di laurea, entro il 1° novembre di ciascun anno accademico.

Chi può fare richiesta?

I requisiti per poter essere ammessi al rilascio dei voucher sono:

  • Residenza nella Regione Marche;
  • Essere in possesso del diploma d’Istruzione Secondaria Superiore di secondo grado (quinquennio);
  • Essere inoccupati o disoccupati;
  • Non essere iscritti ad altre tipologie di corsi di formazione;
  • Aver superato il testo di ingresso presso le Università che realizzano questi corsi di laurea.

Come vengono erogati i voucher?

I voucher vengono erogati a conclusione di quella annualità, a seguito di una verifica del regolare andamento degli studi (esami previsti sostenuti e superati e ammissione all'anno successivo). Nel caso della terza annualità di corso, il voucher viene liquidato dopo il conseguimento del titolo di studio finale.

La procedura sarà attivata attraverso un apposito Avviso pubblico, in cui verrà indicata anche la necessaria documentazione di presentazione della domanda. La modalità di presentazione della domanda e di erogazione del voucher rientra nella procedura “Just in time”. Le domande saranno esaminate in ordine di arrivo entro 30 giorni dalla loro presentazione, da una Commissione tecnica che si occuperà di valutare l’idoneità delle richieste, che in questo caso si ottiene per i progetti che hanno ottenuto un punteggio minimo di 60/100.

P.F. Programmazione nazionale e comunitaria
Regione Marche Palazzo Leopardi
Via Tiziano, 44 60125 Ancona

Per info bandi e finanziamenti
Tel. 0718063858 /3674

Mail help desk, info e assistenza: europa@regione.marche.it

Mail istituzionale:  pf.programmazioneunitaria@regione.marche.it  

PEC: regione.marche.programmazioneunitaria@emarche.it

Segreteria
tel. 071 806 3674  fax 071 806 3037