Commercio Marche

giovedì 21 maggio 2020  10:50 

La Regione Marche, prima Regione in Italia a dotarsi di protocolli di sicurezza sanitaria per la riapertura delle attività economiche, ha terminato oggi il percorso per la riapertura di lunedì 18 maggio (attività commerciali) e di venerdì 29 maggio (balneari).

Restano validi i protocolli già predisposti da giorni dagli uffici e approvati dalla giunta nella seduta dell’11 maggio, con alcune integrazioni, prevalentemente indicazioni facoltative rivolte agli operatori, sulla scorta delle linee guida Inail, che sono risultate quasi totalmente conformi ai protocolli dell’ente.

Consulta i testi integrali delle delibere, dei protocolli allegati e dei decreti attuattivi.

Con le delibere 568, 569 e 570 approvate ieri dalla giunta sono state apportate alcune integrazioni ai protocolli approvati l’11 maggio con le delibere 564 (turismo), 565 (commercio), 566 (agriturismo), prevalentemente con indicazioni facoltative rivolte Oggi sono infine stati emanati i tre decreti attuativi, che danno il via definitivo alle attività.

COMMERCIO: mercati, fiere, posteggi, commercio itinerante, somministrazione di alimenti e bevande, negozi, agenzie viaggi, estetisti, parrucchieri e centri benessere, tatuatori, sgombero cantine, autoscuole, scuole nautiche, studi di consulenza automobilistica
Per quanto riguarda il commercio, le misure integrative consentono le attività di bar e ristorazione nei circoli privati, fissano le regole per la misurazione della distanza interpersonale ai tavoli (1 metro, misurato dalla seduta della sedia) e specificano che è possibile la vendita di merce usata nei mercati (vestiario e accessori) a condizione che la merce sia accompagnata da apposita documentazione fiscale e sanitaria, che ne certifichi tracciabilità e provenienza e che ne attesti inoltre l'avvenuta igienizzazione secondo le normative sanitarie vigenti. Possono aprire inoltre i mercatini dell’antiquariato, degli hobbisti e quelli artigianali, a condizione che rispettino il protocollo.

Con il decreto 154 firmato oggi, 16 maggio, è stata inoltre disciplinata, come segue, la riapertura delle autoscuole, scuole nautiche e studi di consulenza automobilistica, fissata anch’essa per il 18 maggio:
lezioni teoriche in aula

  1. Le lezioni teoriche di ogni categoria di patente e di corsi di formazione professionali potranno essere svolte assumendo il presente protocollo di sicurezza anti-contagio come da disposizioni del Ministero della Salute e delle altre Autorità competenti, garantendo il rispetto della distanza minima interpersonale di almeno un metro, con l’obbligo di utilizzo dei seguenti dispositivi di protezione individuali di cui sarà assicurata la preventiva fornitura ai dipendenti:
  2. mascherina o dispositivo di protezione individuale superiore;
  3. guanti monouso per tutti i partecipanti.
  4. Ai corsisti deve essere inoltre rilevata la temperatura con termo scanner o con diversa ed adeguata strumentazione;
  5. Tra il docente e i discenti deve essere tassativamente garantita una distanza minima di almeno due metri. Ad ogni fine lezione deve essere prevista un'adeguata sanificazione dell’aula, degli arredamenti interni e suppellettili ad uso degli allievi e dei docenti, la sanificazione in oggetto sarà eseguita secondo le modalità sopra elencate al paragrafo dedicato alla sanificazione.
  6. Le lezioni teoriche, se compatibili con le disposizioni nazionali e/o nazionali possono essere garantite anche in modalità telematica a distanza al fine del rispetto delle distanze interpersonali e di evitare assembramenti di persone.

utilizzo condiviso di veicoli e lo svolgimento delle lezioni di guida/esercitazioni pratiche, degli esami pratici e degli spostamenti:

  1. Tenuto conto dell’impossibilità di garantire all’interno dell’abitacolo del veicolo il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro, al fine di ridurre al minimo il rischio di contatto e contagio tra gli istruttori, l’esaminatore e l'allievo/candidato al conseguimento della patente di guida, nautica o abilitazione professionale durante le esercitazioni pratiche e gli esami, occorre garantire il rispetto delle misure sanitarie mediante l’utilizzo degli appositi dispositivi di protezione individuali  previsti dalla normativa vigente.
  2. Analoghe precauzioni andranno adottate dal personale esaminatore.
  3. Gli occupanti del veicolo o dell’imbarcazione dovranno utilizzare guanti monouso nuovi indossati immediatamente prima di salire a bordo del veicolo e/o imbarcazione al fine di ridurre al minimo il rischio di contaminazione delle superfici.
  4. Alla fine di ogni lezione o prova di esame e comunque ogni qualvolta sia variato l’utilizzatore del veicolo o dell’imbarcazione, sia esso istruttore, esaminatore, allievo o candidato ed in particolare, alla ripresa di ogni giorno di lavoro, si dovrà procedere alla pulizia del veicolo, dell’abitacolo o della cabina di guida e delle parti dell’imbarcazione, oggetto di interazione, degli oggetti e strumenti condivisi, come da disposizioni delle Ministero della Salute e delle altre Autorità competenti.
  5. Durante lo svolgimento delle esercitazioni pratiche e degli esami, i candidati in attesa del proprio turno dovranno stazionare in un ambiente organizzato evitando l’assembramento di persone nel rispetto delle prescrizioni del Ministero della Salute e previste dalle normative nazionali e locali e del distanziamento sociale.
  6. Inoltre, si deve procedere a:
  • garantire la pulizia e la sanificazione delle maniglie di apertura interne ed esterne delle portiere così come la carrozzeria immediatamente circostante a contatto con il precedente utilizzatore;
  • garantire la completa apertura delle portiere della cabina o dell’abitacolo o di tutte le superfici vetrate scorrevoli ed assicurare un abbondante e prolungato ricambio di aria; 
  • garantire la pulizia e la sanificazione di tutte le superfici del veicolo a contatto con il precedente utilizzatore (sedili, cruscotto, plancia, volante, cambio, freno di stazionamento, comandi, indicatori, pulsanti, tastiere, schermi touch, maniglie, vani portaoggetti, pareti, soffitto, portiere, parabrezza, vetri laterali, specchietto retrovisore etc.), con particolare cura di tutte le superfici eventualmente poste immediatamente dinanzi ai sedili e di tutti gli oggetti e le attrezzature portatili o rimovibili presenti in cabina o nell’abitacolo (chiave di avviamento, telecomandi, penne, blocchi, laptop, mezzi di comunicazione portatili, attrezzature di lavoro, accessori vari, etc.);garantire la pulizia e sanificazione di tutte le superfici interne ed esterne oggetto di interazione e contatto tra allievi, istruttori, esaminatori ed imbarcazione (timone, leve di comando motori e strumenti, pulsanti, indicatori, winch, manovelle, drizze, scotte, cime, cime dei parabordi, strumenti di rilevazione posizione, whf, strumenti per il carteggio, carte nautiche, pubblicazioni, binocoli, bussole, rilevatori di posizione, giubbotti di salvataggio etc.) in un a logica di alternanza con il precedente utilizzatore;
  • informare e vigilare sul divieto di utilizzo di aria compressa e/o acqua sotto pressione e/o vapore per la pulizia e/o aspirapolvere così come qualsiasi altro metodo che possa generare spruzzi o determinare aerosol di materiale infettivo nella cabina o abitacolo e nell’ambiente;
  • viaggiare ogni qualvolta possibile con i finestrini dell'abitacolo di veicolo ad uso condiviso completamente aperti;
  • non utilizzare mai la funzione di ricircolo dell’aria;
  • durante l’impiego dell’automezzo o dell’imbarcazione ad uso condiviso il conducente alla guida e gli eventuali passeggeri e/o membri dell’equipaggio (anche nella qualità di allievo, istruttore esaminatore) devono indossare:
  • una mascherina o dispositivo di protezione individuale superiore;
  • guanti monouso;
  • non toccarsi mai naso, bocca e occhi quando ci si trova all’interno dell’autoveicolo o dell’imbarcazione ad uso condiviso e non prima di aver apportato le personali misure di igiene;
  • lavarsi o igienizzarsi le mani prima di entrare nell’autoveicolo o nell’imbarcazione ad uso condiviso e subito dopo usciti;
  • usare sempre guanti monouso durante le operazioni di rifornimento carburante eseguite autonomamente.

Consulta i testi integrali delle delibere, dei protocolli allegati e dei decreti attuattivi nell'apposita sezione dedicata (Coronavirus Marche: Protocolli riaperture fase 2).

Redazione redazione@regione.marche.it host