Comunicati Stampa

22/12/2017

SCIAPICHETTI AL DIRETTORE DI ARCALE: “AVER UTILIZZATO LE IMPRESE DEL TERRITORIO PER NOI È UNA MEDAGLIA”

"L'accusa rivolta alla Regione Marche da parte del direttore tecnico di Arcale Gianni Veneziano di aver utilizzato le imprese del territorio per noi è una medaglia - dichiara Angelo Sciapichetti, assessore alla protezione Civile - Questa operazione è stata fatta nel rispetto della legge e le imprese che si sono impegnate nelle opere di urbanizzazione hanno dimostrato grande qualità e capacità. Non è un caso, infatti, se su queste realizzazioni non abbiamo la minima lamentela". "Dire ai comuni che hanno sbagliato nel tenere la popolazione vicina al territorio di origine è contrario a quanto fatto fino ad oggi, ovvero la volontà di ripopolare le comunità. Bene hanno fatto i sindaci a scegliere aree anche difficili da urbanizzare, ma che permettessero di raggiungere l'obbiettivo" ha rimarcato Sciapichetti. "Ci si può accusare di tutto tranne che di aver scelto le casette, visto che questo è il frutto di una gara esperita dalla Protezione Civile nazionale - ha continuato Sciapichetti -. I tecnici di Arcale farebbero bene ad andare a riparare tutti gli eventuali guasti che si manifestano nella sae montate, per le quali, si sono presi dal primo all'ultimo giorno del contratto e spesso anche i giorni successivi, finendo frequentemente in penale. E' veramente grave accusare la Protezione Civile Nazionale di aver sbagliato il progetto di emergenza, a pochi giorni dal conferimento, da parte del Presidente della Repubblica, della medaglia d'oro per qualità e competenza manifestate in ogni teatro emergenziale". "Ora è il momento di preoccuparsi della conclusione dei lavori, poi si accerterà ogni responsabilità sui gravissimi ritardi e difetti riscontrati nelle Sae realizzate da Arcale" ha concluso Sciapichetti.