Finanze e Tributi

Tributi Regionali

giovedì 3 gennaio 2019  10:49 

La legge n. 145 del 30/12/2019  del Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021, all’articolo 1, comma 991, ha ulteriormente prorogato per contribuenti diversi dai titolari di reddito d’impresa, di lavoro autonomo, nonché dagli esercenti attività agricole, dei Comuni del centro Italia colpiti dal terremoto il versamento dei tributi sospesi (senza applicazione di interessi e sanzioni) al 1° giugno 2019 (era il 16 gennaio 2019); il numero delle rate mensili in cui può essere dilazionato il versamento è stato elevato da 60 a 120,  a decorrere dal 1° giugno 2019. Viene previsto, inoltre, al comma 994 del medesimo articolo, che i termini per la notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione delle somme risultanti dagli atti di accertamento esecutivo e delle somme accertate e a qualunque titolo dovute all’INPS (articoli 29 e 30 del decreto-le ...

   

giovedì 31 maggio 2018  10:49 

Attenzione: Si informa che il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge n. 55 del 29 maggio 2018 concernente:” Ulteriori misure urgenti a favore delle popolazioni dei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016”.
In particolare, tale provvedimento tra l’altro prevede che la ripresa della riscossione dei tributi sospesi in favore dei soggetti diversi dai titolari di reddito di impresa, di lavoro autonomo, nonché degli esercenti attività agricole, senza applicazione di sanzioni e interessi, avviene entro il 16 gennaio 2019, anziché entro il 31 maggio 2018, ovvero, mediante rateizzazione fino a un massimo di 60 rate mensili di pari importo, a decorrere dal 16 gennaio 2019 (invece delle 24 attualmente previste).


   

giovedì 4 gennaio 2018  01:00 

L’articolo 6 della legge regionale del 29 dicembre 2017, n. 39 (Legge di stabilità 2018) apporta modifiche all’articolo 3 della legge regionale n. 30/2015 (Legge di stabilità 2016) in tema di agevolazioni fiscali per le nuove imprese, stabilendo che l'aliquota IRAP è azzerata per le nuove imprese che si costituiscono nel territorio regionale anche nell’anno 2018 (oltre che nell'anno 2016), per i primi due periodi d'imposta, nel rispetto delle condizioni previste dalla norma regionale.

   

giovedì 4 gennaio 2018  12:30 

L’articolo 4 della legge regionale n. 39/2017 ( Legge di stabilità regionale 2018) ha esteso l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale al 2018 per i nuovi autoveicoli con alimentazione ibrida benzina-elettrica o gasolio-elettrica, inclusiva di alimentazione termica, o benzina-idrogeno immatricolati per la prima volta nel corso degli anni 2017 e 2018, per il primo periodo fisso e per le cinque annualità successive.

   

martedì 28 marzo 2017  12:53 

In seguito alle disposizioni del D.L. n° 193/2016, convertito con modificazioni dalla L. n° 225/2016, si informano i signori contribuenti che sulle cartelle di pagamento emesse da Equitalia tra il 2000 e il 2016 è possibile aderire alla definizione agevolata per corrispondere esclusivamente l’importo residuo del debito con esclusione delle sanzioni e degli interessi moratori.

   

giovedì 19 gennaio 2017  12:54 

L’articolo 6 della legge regionale 27 dicembre 2016, n. 35 (Disposizioni per la formazione del bilancio 2017/2019 della Regione Marche - legge di stabilità 2017) ha previsto che a decorrere dal 1° gennaio 2017, i proprietari di nuovi autoveicoli con alimentazione ibrida benzina-elettrica o gasolio-elettrica, inclusiva di alimentazione termica, o benzina-idrogeno immatricolati per la prima volta nel corso dell’anno 2017, sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica regionale per il primo periodo fisso e per le cinque annualità successive. Si precisa che l’esenzione viene riconosciuta esclusivamente all’acquirente residente o con sede legale o amministrativa nella Regione Marche.

   

mercoledì 8 aprile 2015  12:57 

In caso di ravvedimento operoso, se il pagamento del bollo auto 2015 viene effettuato: - entro 14 giorni dalla scadenza del termine di pagamento, la sanzione applicata è ridotta allo 0,2% dell'importo iniziale per ogni giorno di ritardo, - dal 15° al 30° dalla scadenza del termine di pagamento, la sanzione applicata è ridotta al 3,00% dell'importo iniziale per ogni giorno di ritardo; - dal  31° al 90° giorno dalla scadenza del termine di pagamento, la sanzione applicata è ridotta al 3,33% dell'importo iniziale per ogni giorno di ritardo; - dal 91° giorno fino allo scadere dei 12 mesi si incorrerà nella sanzione ridotta del 3,75%. Si rammenta che per poter beneficiare delle sanzioni ridotte (ravvedimento operoso) non va superato il termine di 1 anno dalla scadenza inziale del pagamento e che, oltre ad esse, dovranno essere versati anche gli interessi moratori calcolati al tasso legale, pari allo 0,5% dal 1° gennaio 2015. ...

   

venerdì 27 marzo 2015  12:58 

A partire dal prossimo 31 marzo, ai sensi dell’art. 25, comma 1, del decreto legge 24/04/14 n. 66, tutte le fatture destinate all’ente Regione dovranno essere trasmesse in formato elettronico, rispettando le specifiche tecniche reperibili dal sito http://www.fatturapa.gov.it. Il decreto del Ministro dell'Economia e Finanze del 23/01/2015 introduce l'obbligo di esposizione in fattura dell'assoggettamento dell'operazione fatturata al meccanismo della scissione dei pagamenti – split payment; tale disposizione è esecutiva dal 3 febbraio 2015. Ciò significa che l’IVA addebitata dal fornitore nelle relative fatture sarà versata dall’amministrazione acquirente direttamente all’erario, anziché dallo stesso fornitore, scindendo il pagamento del corrispettivo dal pagamento dell’imposta. Per maggiori approfondimenti in materia, consultare il sito http://www.fatturapa.gov.it