Enti Locali e Pubblica Amministrazione

Comunicati Stampa

11/07/2019

PARIFICA CORTE DEI CONTI, MARCHE VIRTUOSE E PROMOSSE A PIENI VOTI. CESETTI: "MANTENIMENTO DELL’EQUILIBRIO DI BILANCIO, DIMINUZIONE DELLA PRESSIONE FISCALE E DEL DEBITO. CORAGGIO, DETERMINAZIONE E COMPETENZA"

La Sezione regionale di controllo per le Marche della Corte dei conti ha pronunciato il giudizio di piena parificazione del Rendiconto generale della Regione Marche per l’esercizio finanziario 2018. “La Corte dei conti ha confermato per il quinto anno consecutivo la gestione prudente, rigorosa e virtuosa delle politiche di bilancio, condizione per attivare nuovi investimenti per le comunità e le imprese del territorio”, ha dichiarato l’Assessore Fabrizio Cesetti nel corso del suo intervento nel giudizio di parifica. “E ciò è tanto più necessario – ha continuato Cesetti – di fronte alle esigenze della ricostruzione post sisma che è stata inserita in una visione organica di sviluppo regionale con l’adozione del Patto per la ricostruzione e lo sviluppo, confluito nella nota di aggiornamento al DEFR 2019/2021, quale criterio orientatore di tutte le azioni del governo regionale. A tal proposito, Cesetti ha auspicato con forza che la questione terremoto diventi una priorità del Governo nazionale che ad oggi è rimasto sordo alle istanze delle Regioni dirette a semplificare le procedure per la ricostruzione ed a modificare il sistema di reclutamento del personale. “La gestione del bilancio regionale 2018 si è basata sul contenimento e sulla razionalizzazione delle spese, sulla diminuzione del debito e della pressione fiscale, sulla valorizzazione del patrimonio con il programmato recupero di importanti immobili tra i quali il noto Palazzo del Mutilato, sulla corretta e virtuosa tenuta dei conti ed una positiva correzione nella gestione delle società partecipate”, ha proseguito Cesetti. Infine, l’Assessore Cesetti in merito all’avvenuto salvataggio di Aerdorica, con l’omologa del concordato decisa dal Tribunale di Ancona in data 8/7/2019, ha affermato che oggi “insieme ad una infrastruttura strategica che ritorna ad avere una prospettiva piena di sviluppo ha vinto il coraggio, la determinazione e la competenza di tutti coloro che si sono occupati di questa strategia di salvataggio e rilancio, su tutti il Presidente Ceriscioli”.