Cultura

Ricerca museo > i musei di ANCONA > Pinacoteca Civica "F. Podesti” e Galleria d'Arte Moderna
Pinacoteca Civica "F. Podesti” e Galleria d'Arte Moderna


  • Indirizzo :Palazzo Bosdari - Vicolo Foschi,4 (AN) ANCONA
  • Tel. : 071.2225047
    Fax : 071.2225047
  • Email : pinacoteca@comune.ancona.it   
  • Sito web : http://www.comune.ancona.gov.it/ankonline/cultura/2016/02/20/pinacoteca-comunale/
  • Orario : Dal 1 ottobre al 30 aprile: martedì mercoledì giovedì venerdì: 16-19; sabato e domenica 10-19. Dal 1 maggio al 30 settembre: martedì mercoledì giovedì 17-20; venerdì 10-20; sabato e domenica 10-13, 17-20.
    Note : Il lunedì e negli orari di chiusura, aperti con prenotazione obbligatoria per gruppi e scuole.
  • Ingresso : Intero: € 6,00; Ridotto € 3,00 maggiori 65/minori 25 Museo associato a Carta Musei Marche
  • Tipologia : Arte
  • Servizi : Area per accoglienza, Biglietteria, Book-shop, Fototeca, Guardaroba, Sala conferenze, Sala o laboratorio per attività didattiche, Sala proiezione audio/video

  • La sede e le collezioni
  • Sede della Pinacoteca è, dal 1973, lo storico palazzo Bosdari di via Pizzecolli, al quale si è recentemente aggiunto un nuovo corpo di fabbrica, Palazzo Bonomini. I lavori di ristrutturazione hanno permesso di ampliare notevolmente gli spazi espositivi e hanno messo in luce una porzione di mura e il basamento di una torre inglobati nei sotterranei di Palazzo Bosdari, oggi adibiti a biglietteria con ingresso da vicolo Foschi, una piccola strada a fianco della chiesa di Santa Maria della Piazza. 

    La Pinacoteca è intitolata al pittore anconetano Francesco Podesti (1800-1895), che ne promosse l'istituzione fra il 1880 e il 1888 donando numerose sue opere, principalmente cartoni e bozzetti; ad esse si aggiunsero opere provenienti da chiese, fondi comunali, depositi e doni di privati. La collezione una delle più importanti delle Marche, vanta capolavori assoluti fra i quali sono da citare la stupenda “Pala Gozzi” di Tiziano Vecellio, prima opera autografa del maestro veneziano, la “Madonna con Bambino” di Carlo Crivelli, la “Sacra Conversazione”, detta anche “Pala dell’Alabarda”, di Lorenzo Lotto, e opere di Olivuccio di Ceccarello, Sebastiano Del Piombo, Andrea Lilli, il Guercino, Carlo Maratti, Francesco Podesti e molti altri.

    Il Museo ospita anche una importante collezione di arte moderna con opere di Anselmo Bucci, Corrado Cagli, Edgardo Mannucci, Piero Dorazio, Maria Lai, Ivo Pannaggi, Umberto Peschi, Valeriano Trubbiani, Enzo Cucchi e altri artisti legati in gran parte alla storia del prestigioso Premio Marche. Nel nuovo allestimento è inoltre presente una sezione dedicata a mostre temporanee di artisti contemporanei. Grazie al recupero di Palazzo Bonomini e all'adeguamento strutturale di Palazzo Bosdari è stato possibile superare le barriere architettoniche rendendo il museo accessibile a tutti.

     



  • Stampa