Cultura

Ricerca museo > i musei di RECANATI > Museo Civico di Villa Colloredo Mels
Museo Civico di Villa Colloredo Mels


  • Indirizzo :Villa Colloredo Mels - Via Gregorio XII, già Via del Duomo,snc (MC) RECANATI
  • Tel. : 071 7570410
    Fax : 071 7575698
  • Email : recanati@sistemamuseo.it   
  • Sito web : http://www.infinitorecanati.it
  • Accessibilità:
    motoria: SUFFICIENTE
    Scheda accessibilità   
  • Orario : Dalle 10.00 alle 19.00. Nei mesi di luglio e agosto non sono previsti giorni di chiusura.
    Note : Intero: €10. Ridotto:€ 8 gruppi >14,FAI,Touring Club,Italia Nostra,Coop, Alleanza e precedenti. € 5 gruppi scolastici, gruppi con guida. Omaggio: under 19,ICOM, giornalisti, disabili e accompagnatore
  • Ingresso : Biglietto Unico Recanati Museo (vedi note). Recanati Card € 3 per residenti e iscritti Campus l'Infinito
  • Tipologia : Arte Archeologia
  • Servizi : Area per accoglienza, Biglietteria, Book-shop, Guardaroba, Sala conferenze, Sala o laboratorio per attività didattiche, Sala proiezione audio/video

  • La sede e le collezioni
  • La sede del Museo è Villa Colloredo-Mels, antica residenza del ramo marchigiano dell'omonimo casato friulano. Di impianto medievale, l'edificio assunse la fisionomia di Palazzo verso la fine del '500, diventando oggetto di continue trasformazioni nei secoli seguenti fino ad ottenere l'aspetto attuale in età neoclassica. L'inaugurazione è avvenuta nell'estate 1998 dopo il trasferimento della Pinacoteca dal Palazzo Comunale. E' articolato in cinque sezioni: la sezione archeologica, che permette di conoscere l'organizzazione di una comunità neolitica con varie sovrapposizioni fino all'età del ferro; la sezione medievale che documenta la vita della città nel periodo di massimo splendore e comprende, tra l'altro, opere di Ludovico da Siena (not. 1395), Pietro di Domenico da Montepulciano (att. sec. XV) e Vincenzo Pagani (1490-1568); la sezione rinascimentale che raggruppa quattro tra le più significative opere di Lorenzo Lotto (1480 - 1556): l'Annunciazione, il Polittico di San Domenico, la Trasfigurazione, il San Giacomo Maggiore, la sezione dedicata al Seicento e Settecento; la sezione ottocentesca che illustra il contesto storico-economico e sociale in cui è maturata l'esperienza di Giacomo Leopardi.

    Il Museo comprende inoltre la Galleria d'Arte moderna e contemporanea, con sale dedicate ad artisti recanatesi o legati culturalmente alla città. Tra questi Giacomo Braccialarghe, Biagio Biagetti, Lorenzo Gigli, Rodolfo Ceccaroni e numerosi altri. Oltre al corpo delle opere di Lorenzo Lotto sono in deposito quelle provenienti dal Museo Diocesano di Recanati, attualmente chiuso per lavori di restauro. Tra queste, dipinti di Mantegna, Guercino, il Sassoferrato, Perin del Vaga, il Polittico di Guglielmo Veneziano, dipinti di Giacomo di Nicola da Recanati e il piviale di Gregorio XII. 

    Dal 23 Maggio 2012 nel museo è di nuovo possibile ammirare il Polittico di San Domenico di Lorenzo Lotto tornato nella sua sede naturale dopo un lavoro di accurato restauro.

     

       logo twitter



  • Stampa