Categorie

Tag

mercoledì 18 settembre 2019  11:03 

La Regione Marche, il Ministero per i Beni e le Attività culturali, il Comune di Fabriano e Anci Marche presentano la mostra “La luce e i silenzi: Orazio Gentileschi e la pittura caravaggesca nelle Marche del Seicento” a cura di Anna Maria Ambrosini Massari e Alessandro Delpriori, che coinvolgerà non solo la Pinacoteca Civica Bruno Molajoli di Fabriano, ma anche due evidenze storico-artistiche molto importanti della città, il Duomo e la Chiesa di San Benedetto.

La mostra chiude il ciclo “Mostrare le Marche”, l’insieme di iniziative nate per promuovere la conoscenza e lo sviluppo dei territori colpiti dal sisma del 2016.

Fabriano e il suo territorio ‘raccontano’ Orazio Gentileschi, il grande artista che lavorò e soggiornò nelle Marche nel secondo decennio del Seicento, concentrando l’attenzione sulla sua attività marchigiana con importanti scoperte, confronti anche inediti e un ulteriore approfondimento del rapporto di Gentileschi con Caravaggio e l’influenza che questo suo caravaggismo ebbe sulla regione.

La mostra, anche grazie a rilevanti novità frutto di indagini e studi sulle opere e i documenti, relativi a Gentileschi e ad altri protagonisti del suo tempo, amplia la conoscenza della cultura artistica del territorio e getta uno sguardo sugli incontri e le relazioni fra i numerosi artisti operanti nel ‘raggio di Caravaggio’, contribuendo a diffonderne la lezione anche nelle Marche.

Con il biglietto della mostra inoltre sarà possibile visitare fino al 3 novembre anche un’altra esposizione in corso a Camerino “Dalla polvere alla luce: l’arte recuperata”, promossa dall’Arcidiocesi di Camerino - San Severino Marche e dal Comune di Camerino e realizzata con il contributo della Regione Marche.

 

Per maggiori informazioni:

-          tel. 0732 250658; eventi.turismo.marche.it; pinacotecafabriano.it

-          Comunicato stampa