Categorie

Tag

martedì 30 aprile 2019  10:48 

Come noto il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante «Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni», come modificato dalla legge di conversione 28 marzo 2019, n. 26, all’articolo 13, prevede che “A decorrere dal 1° marzo 2019, il Reddito di inclusione non può essere più richiesto e a decorrere dal successivo mese di aprile non è più riconosciuto, né rinnovato. Le richieste presentate ai comuni entro i termini di cui al primo periodo, ai fini del riconoscimento del beneficio, devono pervenire all’INPS entro i successivi sessanta giorni”. 

Al riguardo, pertanto, si richiama il termine ultimo per la trasmissione delle richieste di beneficio, fissato al 30 aprile 2019.

Ad ogni buon fine, si specifica che rimane comunque necessario per gli Ambiti territoriali e i Comuni trasmettere, oltre il termine ultimo fissato per la trasmissione delle richieste di beneficio sopra citato, l’esito delle verifiche relative al possesso dei requisiti eventualmente non già indicato, le notizie relative alla presa in carico, nonché le altre informazioni necessarie alla gestione della misura (trasmissione dei modelli ReI-com, revoca, decadenza).