Categorie

Tag

mercoledì 12 dicembre 2018  09:32 

Sabato 15 dicembre alle ore 16,30, presso la Sala convegni di Palazzo Oliva a Sassoferrato,  avverrà la cerimonia di inaugurazione della integrazione della donazione Mirella e Franco Pagliarini.

Alla presenza del Sindaco Ugo Pesciarelli e dell’Assessore alla cultura della Regione Marche Moreno Pieroni, la famiglia Pagliarini donerà al Comune di Sassoferrato ulteriori 250 opere incisorie di artisti marchigiani, opere che andranno ad arricchire la già prestigiosa raccolta ospitata nei locali del quattrocentesco Palazzo Oliva.

Parte delle nuove opere sarà esposta in uno spazio appositamente allestito al secondo piano, adiacente alla Civica raccolta d’arte, e tutte le opere saranno consultabili anche attraverso l’utilizzo di una postazione multimediale, e  sarà possibile usufruire di visite  guidate da una storica dell’arte, al'intera Racconta incisori marchigiani 

Con questa integrazione il Comune di Sassoferrato potrà vantare e rendere fruibile a tutti un’eccezionale collezione di più di 650 opere, che, unica in tutta la Regione, ripercorre secondo un criterio cronologico 500 anni di storia della calcografia marchigiana.

La Raccolta “Incisori Marchigiani” è stata istituita nel mese di marzo del 2009 grazie alla generosità dei coniugi Mirella e Franco Pagliarini, che hanno trasferito al Comune di Sassoferrato la propria collezione di opere grafiche in segno di affetto verso il luogo di origine. Una collezione che, dunque, è passata dalla stanze di un’abitazione privata alle sale di un edificio pubblico per essere resa fruibile a tutti, trovando così la sua piena valorizzazione.
La raccolta è allestita nella elegante sede di Palazzo Oliva, edificio costruito nel XV secolo dal Cardinale Alessandro Oliva (1407- 1463), illustre personaggio sassoferratese. Essa comprende oltre quattrocento grafiche (tra cui diciassette disegni), realizzate da duecentodieci artisti marchigiani.


INFO:
☎+39 0732 956257 (tutti i giorni 10-13 e 14.30 alle 17.30)
☎ +393337300890 (al di fuori degli orari del punto I.A.T. di cui sopra)