Categorie

Tag

cig
FSE
GAL
IGP
ITS
LSU
oss
PAI
PSR
r&S
SIL
UE
martedì 16 aprile 2019  05:46 

E’ pronta ‘myCUPMarche’, la nuova App della Regione Marche per le prenotazioni delle prestazioni sanitarie, facilmente utilizzabile da tutti. Un ulteriore strumento a disposizione del cittadino per agevolare e favorire l’accesso alle visite sanitarie raccontato nel dettaglio questa mattina dal presidente della Giunta regionale delle Marche.

Nel corso della conferenza stampa sono stati indicati alcuni passaggi fondamentali che garantiscono il funzionamento di questo tipo di prenotazione: a garanzia della privacy, ‘myCUPMarche’ prevede il possesso di credenziali di autenticazione Cohesion o Spid; al medico va richiesta la ricetta dematerializzata; le prestazioni vanno prenotate una alla volta e, se occorrono più prestazioni abbinate, bisogna rivolgersi allo sportello Cup. Le prestazioni prenotabili on line sono quelle contenute nel Piano Nazionale Gestione Liste attesa (PNGLA). L'app è disponibile per Android in Google Play, per IOS nell'App store Apple o su web all'indirizzo https://mycupmarche.it.

Maggiori info e codici di accesso per accreditarsi a myCUPMarche: con il sistema federato di autenticazione regionale FedCohesion, utilizzando le credenziali PIN Cohesion, OTP Cohesion o le smart card CNS o TSN Tessera Sanitaria Nazionale (vedi https://fse.sanita.marche.it/web/portal/strumenti-di-accesso-ai-servizi-sanitari e http://cohesion.regione.marche.it) oppure con il Sistema Pubblico nazionale di Identità Digitale SPID http://www.spid.gov.it

   

venerdì 12 aprile 2019  05:24 

Sono oltre 94 i progetti previsti dal Patto per lo sviluppo e la ricostruzione della Regione Marche che promuove investimenti, stimati, di 2 miliardi di euro e una previsione occupazionale aggiuntiva di circa diecimila addetti. L’obiettivo è il rilancio dei territori devastati dal sisma, attraverso l’utilizzo delle risorse straordinarie, nazionali e comunitarie, già disponibili per le aree del cratere e con nuove opportunità finanziarie, da reperire attraverso un percorso istituzionale con il Governo e l’Unione europea, basato sulla fattibilità degli interventi individuati. 

Il 41 per cento dei progetti è proposto da enti pubblici, il 59 per cento da privati. Il Patto è stato presentato alla comunità ascolana dal presidente e dalla vicepresidente della Regione Marche, insieme al presidente Istao, Pietro Marcolini, nel corso di un incontro pubblico che si è svolto nella sala del Consiglio provinciale di Ascoli Piceno. 

   

venerdì 12 aprile 2019  05:15 

L’obiettivo è realizzare interventi di grandissima qualità, cioè che coniughino qualità progettuale, qualità architettonica, qualità nei risultati raggiunti a favore del segmento culturale come principale attrattore di turismo e quindi di crescita occupazionale ed economica nelle aree colpite dal sisma. 

Lo ha sostenuto l’assessore regionale al Turismo–Cultura ieri in conferenza stampa nella sede del Comune di San Ginesio per presentare una serie di 18 interventi approvati con DGR n. 1748 del 17/12/2018 per un importo complessivo di 4 milioni e 800 mila euro (fondi aggiuntivi POR FESR) su luoghi della cultura, musei , biblioteche, teatri, pinacoteche che saranno recuperati per restituirli alla fruizione, rivalorizzati e messi in rete per rendere di nuovo godibile un patrimonio culturale, materiale e immateriale.

   

mercoledì 10 aprile 2019  05:00 

Il Patto per lo sviluppo e la ricostruzione delle Marche arriva al Parlamento europeo.

Il documento, stilato al termine di un percorso condiviso con istituzioni e associazioni locali (categorie economiche, sindacali, Conferenza episcopale marchigiana, le quattro Università), prevede una serie di progetti che richiede due miliardi di investimenti e una stima di diecimila nuove assunzioni. I finanziamenti indicati provengono dalle risorse aggiuntive, nazionali e comunitarie, rese disponibili per l’area del cratere sismico e altre da reperire attraverso confronti istituzionali con il Governo e l’Unione europea. 

   

lunedì 8 aprile 2019  10:22 

Ogni milione di euro investito dalle Marche in promozione ha generato un ritorno nell'export di vino verso i Paesi terzi per 7,5 milioni di euro.

È la sintesi del responsabile di Nomisma Wine Monitor, Denis Pantini, intervistato a Vinitaly 2019.

Qui ce lo racconta l’agenzia Ansa.

   

venerdì 5 aprile 2019  04:37 

Con decreto del direttore dell’Ufficio speciale per la ricostruzione n. 534 del 7/03/2019 è stato indetto un interpello per l’acquisizione della disponibilità al comando o distacco presso l’Ufficio speciale per la ricostruzione del personale dipendente delle amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001.