Categorie

Tag

giovedì 18 maggio 2017  11:20 

Giunta e Consiglio regionale tornano al Lingotto dopo due anni di assenza. Dal 18 al 22 maggio, nello stand allestito per la 30esima edizione della kermesse dedicata all'editoria. in programma un ricco calendario di eventi e presentazioni. 
Negli spazi espositivi marchigiani, il tema della 30esima edizione dalla kermesse torinese, “Oltre il confine”, si unisce alla campagna promozionale della Regione “ViviAmo le Marche”. 
Lo stand delle Marche al Lingotto ospiterà  43 soggetti pubblici e privati, tra i quali numerosi editori marchigiani, in circa 100 metri quadrati di spazi espositivi, con una grafica interamente dedicata a promuovere il territorio regionale anche sotto il profilo turistico. Settanta, in tutto, gli eventi in programma. 
Giovedì 18 maggio in tarda mattinata sarà inaugurato lo stand. Il calendario di eventi prenderà il via nel pomeriggio dello stesso giorno con “Storie da...Oltre il confine”, due appuntamenti per presentare alcuni volumi sostenuti dall’assessorato regionale alla Cultura. 
Tra gli eventi significativi, venerdì 19 maggio è in programma “Racconti dal cuore d'Italia”, iniziativa organizzata dal Consiglio regionale delle Marche insieme con Umbria e Lazio, nel corso della quale si parlerà delle bellezze e peculiarità dei territori colpiti dal sisma e della loro rinascita. Ospite dell'evento il giornalista e scrittore Paolo Rumiz, autore di un reportage di viaggio attraverso i territori colpiti dal terremoto, pubblicato su La Repubblica,  da cui è stato tratto anche un mini-documentario di 15 minuti, che sarà proiettato. Conclusioni affidate a Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente della Camera.
Sabato 20 maggio, tra i tanti eventi in programma, c’è “Viviamo le Marche tra arte, cultura e spettacolo” (ore 17.30). L'assessore regionale alla Cultura Moreno Pieroni presenterà i numerosi  eventi culturali - mostre, stagioni liriche e teatrali, spettacoli, festival letterari e seminari – che si svolgeranno durante l'anno nelle Marche.  
“Il Salone del libro – afferma Pieroni – è un‘importante occasione per portare di nuovo le Marche all’ attenzione del panorama letterario, e culturale in genere, dopo due anni di sospensione. Abbiamo sostenuto in mondo convinto questa partecipazione, consapevoli che vetrine come questa sono fondamentali per testimoniare e trasmettere la vitalità e il fermento culturale mai spento nelle Marche”. 

"Il Salone del Libro di Torino, è una manifestazione di riferimento culturale, ricca di eventi unici per riflettere – evidenzia il presidente dell’Assemblea legislativa, Antonio Mastrovincenzo -  sulle trasformazioni sociali, politiche, ambientali che ridisegnano la contemporaneità. Il tema di quest'anno è molto evocativo e mi ha colpito particolarmente. I libri superano i confini, i muri, il filo spinato e possono essere un collante formidabile per tutta l'umanità. L’esperienza del sisma ha colpito in particolare le Marche, insieme alle regioni del centro Italia, tutte simbolicamente  riunite a Torino in spazi espositivi contigui. A loro il Salone del libro di Torino ha saputo manifestare vicinanza e solidarietà. Siamo grati  di questo agli organizzatori. Al mondo della cultura chiediamo idee, impegno civile e un’attenzione costante”. 


Redazione redazione@regione.marche.it host