Categorie

Tag

News

giovedì 10 gennaio 2019  08:00 

 

Viaggiare, usufruire di una connessione pubblica gratuita o fare shopping online senza reindirizzo automatico sono solo alcune delle misure adottate 

nel 2018 dall'Unione per migliore la nostra vita all'interno del mercato unico digitale europeo. Ecco spiegati nel dettaglio i 6 nuovi servizi di cui potremo godere in questo 2019 grazie alle nuove normative UE:

 

Stop al reindirizzo automatico durante lo shopping online: 

Da dicembre 2018, i consumatori possono navigare indisturbatamente senza dover incorrere nel famigerato geo-blocking, la restrizione che impone il re-indirizzamento automatico alla pagina “localizzata” nel paese da cui si naviga. Grazie infatti al regolamento approvato il 3 dicembre 2018, i negozi online di tutta UE sono oggi obbligati a dare libero accesso a bene e servizi in vendita agli utenti, indipendentemente dal loro Stato europeo di appartenenza


Migliorare le consegne transfrontaliere: 

Nel marzo del 2018 gli eurodeputati hanno votato una normativa finalizzata a rendere il mercato delle consegne, all'interno del mercato digitale europeo, il più trasparente possibile ed equo. Con l'apertura del mercato online, infatti, si punta a ridurre le barriere commerciali digitali tanto per i consumatori quanto per i produttori

 

Accesso ai propri contenuti a pagamento in tutta Europa: 

Guardare film o serie online è diventata la nuova normalità. Ad attestarlo il fatto che più della metà dei cittadini europei dichiarano di usufruire di abbonamenti e servizi streaming. Da aprile 2018,  l'UE ha reso tale pratica valida anche quando ci si trova in un altro Paese dell'Unione, per viaggio o lavoro.

 

Finanziamenti per il Wi-Fi gratuito nei luoghi pubblici

WIFI4EU è uno schema di finanziamento promosso per rendere la connettività Wi-Fi gratuita negli spazi pubblici in Europa. La campagna promozionale per sollecitare le adesioni di enti pubblici è partita nel 2018 ed è stata realizzata per garantire connessioni gratuite ad internet ad alta velocità in spot pubblici come piazze di comuni europei. Oltre 21.700 municipalità hanno già presentato la propria domanda, ma l'obiettivo prima  è di garantirne l'applicabilità ad oltre 6mila comunità locali in Europa, entro il 2020

 

Le norme in arrivo per chiamate internazionali più economiche e 5G: 

Altra azione a sostegno della vita digitale dei cittadini UE, approvata a novembre 2018, riguarda la possibilità di fissare un tetto massimo di 19 centesimi al minuto per le chiamate tra i Paesi europei e di 6 centesimi per i messaggi, a partire dal 15 maggio 2019. Unitamente a questo, la normativa prevede la necessità di rendere disponibile nelle varie città europee la connettività 5G entro il 2020

 

GDPR 

Il GDPR è il regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR), attivo dal 25 maggio 2018. La norma permette di concedere ai consumatore maggiore potere in merito al controllo dei propri dati nel mondo digitale, unitamente al diritto di essere informati, in modo chiaro e trasparente, su come i loro dati sensibili potrebbero essere utilizzate e alla possibilità di cancellare liberamente contenuti personali dei quali non si autorizza più la visibilità online

 

Maggiori informazioni: Parlamento Europeo