Categorie

Tag

News

martedì 12 luglio 2016  06:22 

Matelica è tra le 13 località italiane insignite con la Spiga Verde. Il riconoscimento, nato quest’anno come diretta filiazione delle Bandiere Blu, dal mare volge lo sguardo all’entroterra, all’agricoltura e alla sostenibilità premiando i comuni rurali più attenti alla valorizzazione delle risorse naturali locali. 

Ad assegnarlo la Fee Italia, sezione italiana della danese Foundation for Environmental Education, che insieme a Confagricoltura ha selezionato 13 località in 9 regioni italiane. 

“Sono molto contenta – spiega l’assessore all’agricoltura Anna Casini – perché già alla prima edizione del riconoscimento le Marche si sono distinte grazie a Matelica e sono convinta che in futuro si aggiungeranno altri Comuni. I criteri utilizzati per l’assegnazione delle spighe infatti sono gli stessi che guidano le nostre politiche a sostegno dell’agricoltura e dell’agriturismo: la partecipazione pubblica, l’educazione allo sviluppo sostenibile, il corretto utilizzo del suolo, la presenza nel territorio di produzioni agricole tipiche, la sostenibilità e l’innovazione, la qualità dell’offerta turistica, gli impianti di depurazione, la gestione dei rifiuti, la valorizzazione delle aree naturalistiche e del paesaggio così come l’arredo urbano e l’accessibilità”. 

Spighe Verdi, nasce come strumento di guida nei confronti degli amministratori. Un po’ come le Blue Flag hanno innescato un circuito virtuoso in tante località marittime e portuali la Fee spera che i comuni rurali, passo dopo passo, siano spinti a scegliere strategie di gestione che giovino all’ambiente e alla qualità della vita della comunità. La procedura è stata messa a punto seguendo, nella scrematura delle candidature, lo schema Uni-En Iso 9001-2008.