Opportunità per il territorio

giovedì 8 marzo 2018  03:32 

Equivale a un terzo del bilancio dell’Unione europea; contribuisce a ridurre le disparità regionali; affronta le grandi sfide globali, come i cambiamenti climatici e le migrazioni. Si chiama “Politica di coesione”, ma significa, soprattutto, lavoro e nuove attività economiche imprenditoriali. 

Se ne è parlato durante il seminario "Dialogo sulla politica di coesione", una giornata di approfondimento organizzata da Regione Marche e Aiccre (l’associazione dei Comuni e delle Regioni d’Europa).

A partecipare al dibattito:

- Manuela Bora, Assessora alle Politiche Comunitarie Regione Marche (scarica l'intervento in pdf)
- Davide Frulla, Delegato del Sindaco del Comune di Fano e Vicepresidente AICCRE Marche
- Andrea Pellei: "Lo stato dell'arte della programmazione FESR e FSE" (.pdf)
- Patrizia Bernacconi: "Lo stato dell'arte della programmazione PSR (.pdf)
- Antonio Secchi: "il bando Manifattura e lavoro 4.0 come esempio di integrazione tra fondi" (.pdf)
- Franco Sotte: “Sviluppo rurale e politica agricola comune” (.pdf)

"Nelle Marche l’Europa è... Presentazioni delle case history"
- Simone Tascini: "Il polo didattico di Montelupone" (.pdf)
- Francesco Passetti: Strategia di sviluppo per le aree interne, il progetto Asili dell’Appennino (vai al video)
- Ennio Gambi: "Il progetto Opencare" (.pdf)

Scarica il materiali di cartella:
- Programma evento (.pdf)
- Posizione Italiana Politica Coesione (.pdf)
- Posizione della Conferenza delle Regioni sul Quadro Finanziario pluriennale dell’Unione europea 2021-2027 (.pdf)

Guarda i tg, vai alle foto e leggi il comunicato stampa