lunedì 5 agosto 2019  08:00 

Scade l'11 settembre 2019 la possibilità di fare domanda per una delle "Borse di studio individuali 2019" Marie Sklodowska-Curie pubblicate nell'ambito del programma Horizon 2020 e finalizzate alla promozione della ricerca e dell'innovazione nel contesto europeo e al di fuori dell'Europa

 

Descrizione delle borse 

Le azioni Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships (IF) sono borse di ricerca individuali che mirano a sostenere la formazione alla ricerca e lo sviluppo di carriera dei ricercatori titolari di dottorato di ricerca o con quattro anni di esperienza nella ricerca. Lo schema sostiene in particolare il ritorno e la (re) integrazione di ricercatori europei al di fuori dell'Europa e di coloro che hanno precedentemente lavorato qui, nonché di ricercatori sfollati a causa di conflitti al di fuori dell'UE e dei paesi aderenti al programma Orizzonte 2020

Tutte le aree di ricerca possono essere finanziate, dalla fisica alla linguistica, dalle scienze della salute alla modellistica matematica e così via.. Sarà valutata una sola proposta per singolo ricercatore 

 

Obiettivi 

L'obiettivo delle borse di studio individuali è quello di accrescere il potenziale creativo e innovativo di ricercatori esperti, che desiderano diversificare le loro competenze individuali in termini di acquisizione di competenze attraverso una formazione avanzata e una mobilità internazionale e intersettoriale. Le borse offrono opportunità ai ricercatori di qualsiasi nazionalità di acquisire e trasferire nuove conoscenze e di lavorare nel campo della ricerca e l'innovazione in Europa e non solo. 

 

Tipologia delle borse 

European Fellowship: grazie a questo tipo di finanziamento i ricercatori potranno ampliare i propri orizzonti svolgendo il progetto di ricerca presso un ente europeo (che abbia sede in uno stato membro o associato al programma Horizon 2020) per un periodo di 12-24 mesi, con l'obiettivo di acquisire nuove competenze o lavorare in nuovi settori.  

Requisiti: Le borse sono aperte ai ricercatori che si spostano all'interno dell'Europa o che arrivano in Europa, e precisamente verso un paese in cui non siano stati per più di 12 mesi negli ultimi 3 anni

 

Global Fellowship: questi finanziamenti si rivolgono in particolare a ricercatori che mirano ad acquisire nuove conoscenze e competenze attraverso un progetto di ricerca che prevede un periodo da 12 a 24 mesi presso un ente di eccellenza extra-europeo più un periodo di rientro di 12 mesi in Europa, per trasferire e consolidare le competenze acquisite. 

Requisiti: Il ricercatore non deve essere stato per più di 12 mesi negli ultimi 3 anni nel paese extra-europeo dell'ente ospitante la prima fase del progetto.

 

Destinatari   

I ricercatori di tutto il mondo devono, al momento della scadenza per la presentazione delle proposte, essere in possesso di un diploma di dottorato o avere almeno quattro anni di esperienza di ricerca a tempo pieno (a partire dalla data di conseguimento del titolo che formalmente darebbe diritto all'accesso a studi di livello dottorale). 

 

Condizioni economiche 

Il contributo finanziario copre il 100% dei costi per l'intero periodo. Lo stipendio medio di un Marie Curie fellow è di circa 4000 euro mensili (non sono previste tasse). 

 

La sovvenzione prevede un'indennità per coprire le spese di soggiorno, di viaggio e familiari. Inoltre, l'UE contribuisce alla formazione, alla creazione di reti e ai costi di ricerca del borsista, nonché alla gestione e ai costi indiretti del progetto. 

La sovvenzione viene assegnata all'organizzazione ospitante, di solito un'università, un centro di ricerca o una società in Europa. 


Guida alla candidatura  

Per partecipare all'assegnazione delle borse è necessario inviare una una proposta di ricerca, unitamente al Curriculum Vitae. La proposta dovrà essere scritta congiuntamente alle organizzazioni ospitanti prescelte. 

 

Scadenza 11 settembre 2019